8 Giugno 2021
14:30

Il tetto deI vecchio magazzino degli anni ’70 diventa un parco per bambini unico al mondo

Lo studio di architettura WAA (we architech anonymous) presenta il loro progetto per il Centro comunitario per bambini – The Playscape, che ha visto la trasformazione di un vecchio magazzino degli anni Settanta a Pechino in un parco divertimenti per bambini unico al mondo. Con più spazi gioco e livelli, il progetto mira a promuovere l’apprendimento dei bambini attraverso il divertimento e la creatività.
A cura di Clara Salzano
The Playscape – Children’s Community Center – Credit TIAN Fangfang
The Playscape – Children’s Community Center – Credit TIAN Fangfang

“L'equilibrio è invisibile finché non viene perso”, con queste parole gli architetti di WAA (we architech anonymous) presentano il loro progetto per il Centro comunitario per bambini – The Playscape, che ha visto la trasformazione di un vecchio magazzino degli anni Settanta a Pechino in un parco divertimenti per bambini unico al mondo.

In Play non prevedi un prodotto finale. Ti permette di sospendere il giudizio. Spesso la soluzione a un problema fa nascere la possibilità di un'altra serie di problemi… Nella costruzione effettiva di qualcosa vedi connessioni che non avresti potuto prevedere su quella scala, a meno che tu non fossi fisicamente lì.

Richard Serra.

Playscape è il risultato di una ristrutturazione all'interno di un complesso di magazzini degli anni '70 per lo stoccaggio del grano esistente nel nord di Pechino: "Il nostro cliente era un operatore sanitario specializzato nell'osservazione e nel supporto dello sviluppo dei bambini in relazione al movimento per un'ampia gamma di gruppi di età.", spiegano gli architetti, "Crediamo che l'elemento mancante dello sviluppo di un bambino in una moderna città cinese sia principalmente un quartiere funzionante. Speravamo di creare l'esperienza del gioco di strada e dare la priorità alla riduzione di aggeggi e tempo sullo schermo". Il progetto realizzato mira ad essere uno strumento per promuovere l'apprendimento consentendo la creazione narrativa per i bambini di sognare e sviluppare i sensi relativi all'equilibrio e alla percezione.

Il nuovo Centro comunitario per bambini trae ispirazione dalla cultura popolare del passato e, astraendo identità importanti per il carattere del quartiere, funge da nascondino che promuove questa interazione all'interno di un gruppo; parco giochi avventura dove i bambini decidono quale livello di rischio si sentono a proprio agio a sperimentare; Nook and Cranny dove gli spazi sono progettati per i bambini con angoli per esplorare e comprendere l'ergonomia; labirinto in cui il percorso più efficiente o diretto non è sempre il più divertente; luogo di fantasia dove il paesaggio viene astratto rimuovendo l'iconografia e consente flessibilità negli scenari basati sul pensiero. Playscape è diviso verticalmente in tre livelli e prevede tre aree di gioco differenti: un grande tubo esplorativo; un tumulo che migliora lo sviluppo dei sensi relativi all'equilibrio (Equilibrio) e alla libertà di decisione; e il tetto che presenta un punto culminante per una panoramica della scenografia e delle sue possibilità e rappresenta una scelta per i bambini di abbracciare percorsi non ortodossi: "Si può fare un giro completo e i bambini possono viaggiare dalla terrazza e trascendere sotto il tumulo attraverso scivoli che variano in altezza da 7 m a 4,3 m.", continuano gli architetti, "La rete imprime loro direzioni alternative agli obiettivi, a volte il secondo percorso più breve è più divertente".

La vecchia betoniera diventa un bar ecosostenibile alla moda
La vecchia betoniera diventa un bar ecosostenibile alla moda
Una notte ai giardini di Tivoli a Copenaghen, uno dei parchi divertimento più antichi al mondo
Una notte ai giardini di Tivoli a Copenaghen, uno dei parchi divertimento più antichi al mondo
Il parco giochi che favorisce l'interazione tra nonni e nipoti
Il parco giochi che favorisce l'interazione tra nonni e nipoti
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni