Vivere la natura in alta quota, immersi nel paesaggio delle Alpi, è l'incredibile esperienza che offre "Immerso", la cabina progettata dagli architetti italiani Fabio Vignolo e Francesca Turnaturi per fare glamping tra le montagne. Immerso è un rifugio temporaneo con tetto e pareti trasparenti che permette agli ospiti di dormire sotto il cielo notturno di stelle circondati da un paesaggio alpino mozzafiato. L'innovativa cabina si trova nel villaggio alpino di Usseaux ed è disponibile per soggiorni magici attraverso la piattaforma di Airbnb.

Immerso è il rifugio per fare glamping tra le montagne. Consiste in un modulo abitativo trasparente da cui contemplare la natura con le comodità di casa. Progettato dagli architetti italiani Fabio Vignolo e Francesca Turnaturi, il rifugio è realizzato con pannelli di compensato e con tetto e parte delle pareti in vetro trasparente per dormire sotto il cielo stellato. L'innovativa cabina si costruisce in appena due ore e viene montata senza l'uso di strumenti elettrici. Il modulo misura appena 6 metri quadrati e contiene una camera da letto per due persone da cui ammirare la natura e la sua calma, di giorno e di notte. Immerso è stato costruito con la collaborazione di Corrado e Simona Bastonero di RBB The Wood Laboratory di Brossasco (CN), falegnameria con esperienza nel settore del mobile da oltre 50 anni che racontano così la loro esperienza:

La voglia di conoscere persone nuove permette di confrontarsi, quindi di crescere, mettersi in discussione ed anche in gioco. Ed è proprio quasi per gioco che abbiamo dato retta all’idea di Francesca e Fabio, architetti animati da un grande amore per il loro lavoro ed in particolare per questo nuovo progetto. L’idea di una struttura dalle dimensioni contenute, completamente realizzata ad incastri e pertanto smontabile in piccoli elementi, ci è sembrata geniale, innovativa e al passo con i tempi. Poi, prima di abbassare la testa per concretizzare quello che era ancor solo una bozza su carta, abbiamo lasciato che la mente fantasticasse, come quando eravamo bambini e le nostre piccole costruzioni potevano trovare spazio nei paesaggi più strani, svariati e impensabili.

La nostra piccola “camera diffusa” poteva permetterci di vivere tutte queste esperienze!

Immerso è stato ideato per apportare un nuovo modo di fare campeggio ad alta quota. Situato nel villaggio alpino di Usseaux, sul Pian dell’Alpe, un altopiano a circa 1900 m slm, tra pascoli di mucche e rigogliosa vegetazione, Immerso risponde al crescente bisogno dell'uomo di vivere a stretto contatto con la natura, di "immergersi" appunto. Il primo prototipo del nuovo modulo abitativo è stato presentato in Piemonte, in alta Val Chisone. "L’obbiettivo", spiegano i progettisti, "è stato quello di sperimentare un nuovo tipo di accoglienza; in linea con i trend internazionali dettati dal fenomeno GLAMPING, Immerso offre un’esperienza inedita a stretto contatto con la natura supportata dalla ricerca del dettaglio che guarda alla sostenibilità e al rispetto dell’ambiente". Immerso è disponibile sulla piattaforma di Airbnb ad un costo che parte dai 67 euro a notte.

La Veneer House

Immerso è un rifugio temporaneo e contemporaneo che prende ispirazione dalla Veneer House del prof. Hiroto Kobayashi della Keio University di Tokyo. La Veneer House è una struttura di legno facile da realizzare e in poco tempo. Hiroto Kobayashi e i suoi studenti di architettura hanno inventato un nuovo sistema di costruzione che può essere eseguito da tutti in modo rapido, economico e facile con materiali disponibili localmente. L'esigenza di una casa veloce e facile da realizzare era subentrata nel 2011, in seguito al il grande terremoto e lo tsunami del Giappone orientale che avevano spazzato via migliaia di case e vite in pochi minuti; le zone erano in forte emergenza abitativa e scarseggiavano non solo i materiali da costruzione ma anche figure specializzate. Come la Veneer House, anche Immerso è facile da montare, in pochissimo tempo, attraverso pochi e semplici passaggi e anche da persone non esperte. Il progetto di Fabio Vignolo e Francesca Turnaturi si rifà alla casa del prof. Hiroto Kobayashi per la sua tecnologia costruttiva. Immerso può essere trasportato e montato facilmente in ogni tipo di contesto e sempre diverso per vivere il glamping ovunque nel mondo.