Con una cerimonia di apertura ufficiale il 5 gennaio di ogni anno, il Festival internazionale cinese di sculture in ghiaccio e neve (“Harbin International Ice and Snow Sculpture Festival”) si svolge dal 1963 nella città di Harbin, sita nella provincia orientale del Heilongjiang, confinante con la Siberia. Il Festival era stato interrotto per un certo numero di anni durante la Rivoluzione Culturale, ma poi è stato ripreso dal 1985. Insieme al Sapporo Snow Festival del Giappone, il Quebec City Winter Carnival del Canada e il Festival di Sci della Norvegia, il Festival Internazionale di Harbin è elencato come i primi 4 festival di ghiaccio e neve del mondo.

Nei mesi di dicembre, gennaio e febbraio, migliaia e migliaia di turisti affollano la città del ghiaccio per le loro vacanze invernali, vacanze in famiglia o per la luna di miele. Ogni anno si realizzano sculture di ghiaccio che tendono a riprodurre un'intera città, creando un'atmosfera incantata grazie anche a giochi di luce. Durante il Festival sono previste gare di scultura di ghiaccio e neve che attirano centinaia di artisti da tutto il mondo.  La torre al castello con almeno 26 metri di altezza e circa 20 piani è una delle attrazioni principali del festival.

Il festival comprende anche molte altre attività ed eventi interessanti, come il carnevale di ghiaccio e neve, lo spettacolo di lanterne sul ghiaccio, la vela di ghiaccio, gara di slittino, hockey sul ghiaccio, calcio sul ghiaccio, pattinaggio di velocità, sci di fondo e gare di sci alpino, pesca, nuoto, rassegna di film d'arte col tema del ghiaccio e della neve, mostre di pittura, mostra fotografiche.

Ufficialmente il festival si conclude dopo un mese, ma in realtà la manifestazione dura fino a quando le condizioni meteo lo permettono: è infatti l'arrivo della primavera, e del conseguente innalzamento della temperatura, a decretare lo sciogliersi delle sculture.