110 CONDIVISIONI
26 Ottobre 2021
11:22

In questo ristorante si cena nelle lanterne: la risposta di design al distanziamento sociale

Un ristorante di Tokyo ha trovato un modo per far cenare i propri ospiti senza mascherina, ma comunque in totale sicurezza. Il locale ha attrezzato i tavoli con delle lanterne trasparenti e illuminate, appositamente realizzate per adattarsi alle teste dei commensali: viene mantenuto il distanziamento e si contiene il rischio di contagio, ma nello stesso tempo si rende piacevole la conversazione, consentendo di ascoltare la voce e di leggere al meglio le espressioni facciali.
A cura di Giusy Dente
110 CONDIVISIONI
Instagram @hoshinoya.official
Instagram @hoshinoya.official

Gradualmente in tutto il mondo si sta tornando alla normalità, dopo gli sconvolgimenti portati dalla pandemia. Per mesi i luoghi della cultura sono stati chiusi, le palestre inaccessibili, i ristoranti con le serrande abbassate e tutto questo non ha inciso solo sull'economia, ma anche sull'umore. Siamo stati privati delle nostre abitudini, della nostra quotidianità, di tutto quello che ci faceva stare bene e a cui sceglievamo di dedicarci nel tempo libero: teatri, discoteche, cinema, musei, centri benessere, piscine. Ora invece si sta assistendo a una graduale ripresa e c'è tanta voglia di tornare a svolgere le attività di sempre, come ritrovarsi intorno a un tavolo con gli amici, per condividere una cena. La paura c'è ancora e proprio per questo le norme di contenimento sono ancora in vigore, in primis la mascherina, per controllare il rischio di contagio. Ma soprattutto quando si è in presenza di altre persone, questa è piuttosto scomoda: ostacola la conversazione, limita l'espressività. Proprio per questo, per rendere la condivisione del pasto un momento leggero e privo di ansie, un ristorante di Tokyo ha lanciato un'iniziativa che permette di ritrovare il piacere di una conversazione senza mascherina, ma comunque in sicurezza. È risposta di design al distanziamento sociale, che coniuga bellezza e funzionalità.

A Tokyo si cena nelle lanterne

La mascherina è diventata parte integrante della nostra quotidianità e dei nostri outfit: persino le case di moda si sono adeguate in questi due anni, proponendole in versioni sempre più ricercate ed elaborate, così da renderle veri e propri accessori da abbinare al look. Benché necessarie hanno i loro svantaggi: molte persone hanno sperimentato danni alla pelle (la cosiddetta maskne) e indossarla quando si è in compagnia rende difficoltosa la comunicazione. Ecco perché un ristorante di Tokyo ha deciso di trovare una soluzione alternativa, per rendere piacevole l'esperienza al tavolo dei clienti, svincolandoli dalla mascherina ma senza intaccare la sicurezza dei presenti.

Instagram @hoshinoya.official
Instagram @hoshinoya.official

La proposta innovativa di Hoshinoya, un ristorante di Tokyo, è quella di attrezzare i tavoli con divisori trasparenti a forma di lanterne, uno per ciascun ospite. L'esperienza culinaria è stata impostata in questo modo per godere di una cena in tutta tranquillità, ma anche in tutta serenità. Le lanterne sono realizzate in modo da contenere perfettamente la testa di ogni singola persona, che all'interno è capace di muoversi e può dialogare con la certezza di essere capita, senza preoccuparsi della mascherina. Oltre alla voce, agli altri presenti è così permesso di vedere anche le espressioni facciali, che svolgono anch'esse una parte decisiva nella comunicazione (e che invece la mascherina nasconde).

Instagram @hoshinoya.official
Instagram @hoshinoya.official

La cena delle lanterne: design e sicurezza

Le lanterne sono un chiaro omaggio a un elemento della cultura e della tradizione giapponesi: le ha realizzate appositamente per il ristorante lo storico negozio di design Kojima Shoten della capitale giapponese. Misurano 75 cm di diametro e 102 cm di altezza e presentano un'ampia sezione trasparente realizzata in vinile traslucido da 0,15 mm. All'interno sono delicatamente illuminate con una luce soffusa che inonda il viso.

Instagram @hoshinoya.official
Instagram @hoshinoya.official

Questi oggetti di design oltre che scenografici si rivelano anche utili e sicuri, ma utilizzarli ha un costo! La Lanter Dinner, infatti, ha un costo più elevato: 21.780 yen (164 euro) a persona per un menu fisso. I giapponesi sono stati capaci di rendere elegante pure il distanziamento sociale.

110 CONDIVISIONI
5 ristoranti di design a Copenhagen
5 ristoranti di design a Copenhagen
307 di CS Design
Milano, 10 ristoranti di design da non perdere a prezzi speciali
Milano, 10 ristoranti di design da non perdere a prezzi speciali
Angelina Jolie, cena al Colosseo: com'è fatto il ristorante stellato di Roma
Angelina Jolie, cena al Colosseo: com'è fatto il ristorante stellato di Roma
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni