Triennale Milano dedica l'anno al gioco (Year of Play) e lo fa inaugurando lo Skatepark OooOoO di Koo Jeong A, ideato e curato da Julia Peyton-Jones e Lorenza Baroncelli. La nuova installazione site specific verrà aperta al pubblico e ad ingresso gratuito dal 27 novembre e occupa gli spazi della Galleria al piano terra di Triennale. Lo Skatepark vuole incentivare il gioco e la partecipazione fisica e mentale dello spazio, stimolando nuove dinamiche relazionali tra uomo e oggetto, tra individuo e collettività. Perché, come ha scritto Johan Huizinga in Homo Ludens, "il gioco è essenziale per la società e l’umanità".

OooOoO è uno Skatepark praticabile e a ingresso libero, realizzato per la Galleria al piano terra di Triennale Milano dall’artista coreana Koo Jeong A. L’installazione site specific è il primo episodio di PLAY!, ideato e curato da Julia Peyton-Jones con Lorenza Baroncelli, ed è un invito a “giocare seriamente”. "In un’era in cui per la facilità di riproducibilità e veicolazione delle immagini chiunque può esperire un’opera d’arte attraverso il proprio smartphone o tablet,", spiegano le curatrici, "le istituzioni culturali devono interrogarsi su quali nuove modalità di esperienza e fruizione degli spazi espositivi e delle mostre proporre ai propri visitatori". Lo Skatepark OooOoO di Koo Jeong A sarà aperto al pubblico fino al 16 febbraio 2020.

L’anno dedicato al gioco in Triennale comprende una serie di eventi che hanno l’obiettivo di ampliare il pubblico di Triennale. La cultura skate sarà anche presentata in un ampio Public Program, a cura di Lorenza Baroncelli, include attività educational come Triennale Milano Academy of Skateboarding featuring bastard, rivolta a bambini, ragazzi, famiglie e scuole, ed eventi legati ai temi della fotografia, moda, cinema, grafica, architettura e urbanistica, pubblicazioni indipendenti, musica e sport. Lo Skatepark sarà accompagnato dai live di Koreless, produttore di musica elettronica con sede a Glasgow, che con l’illuminazione a vernice fluorescente dello spazio, coinvolgerà il pubblico in una esperienza immersiva e multisensoriale. Tra i progetti più famosi di Koo Jeong A, che fin dagli anni Novanta lavora sulla reinvenzione degli spazi attraverso installazioni site-specific esperienziali e partecipative, c'è appunto la serie dedicata agli Skatepark, di cui MIlano ne avrà un importante esemplare.