Heimaey, con i suoi 3 km quadrati e poco più di 4.500 abitanti, è la più grande isola dell'arcipelago del Vestmannaeyjar, a sud dell'Islanda. Delle isole dell'arcipelago formatesi dai vulcani, quest'isola è anche geologicamente la più giovane. Dalle diverse eruzioni che si sono registrate nel tempo, l'isola ha acquisito una particolare conformazione che ha generato qualcosa di così stupefacente da attirare persone da tutto il mondo: una roccia a forma di elefante così identico alla forma dell'animale da sembrare reale.

Come un elefante gigante che immerge la proboscide in mare, lo scoglio a forma di mammifero di Heimaey è un vero e proprio capolavoro della natura. Nel corso dei secoli, la lava ed il vento hanno scavato la roccia di basalto di colore scuro, che caratterizza tutta l'isola di origini vulcaniche, fino a darle la forma di un enorme elefante o mammut. Lo scoglio nella parte meridionale dell'isola sembra addirittura avere la forma di un enorme elefante giunto fino a questo punto per abbeverarsi in acqua o per altri sembra che sia l'elefante ad emergere dall'acqua dopo un immersione secolare. La particolare forma della roccia sull'isola di Heimaey attira turisti da ogni parte del mondo e di recente le immagini suggestive del famoso scoglio a forma di elefante stanno facendo il giro del Pianeta. L'origine vulcanica dell'isola è stata probabilmente il motivo di origine di una forma così particolare: la lava a contatto con l'acqua ha modellato la roccia come fosse una scultura. Heimaey è soggetta spesso a fenomeni di eruzione vulcanica: si pensi che quando nel 1973 si registrò l'eruzione dell'Eldfell, un vulcano su Heimaey, la gente del posto corse a pompare acqua dal mare gelido sulle colate laviche allo scopo di allontanare il pericolo dal paese abitato e dal porto. L'Elephant Rock di Heimaey è probabilmente un lontano parente dello Scoglio dell'Elefante dell'arcipelago delle Isole Tremiti in Italia.