14 Settembre 2020
17:13

Isolation Sphere, l’home office del futuro di Maurice-Claude Vidili

Il designer Maurice-Claude Vidili ha ideato l’home office per tutte le case ed esigenze. Realizzato nel 1971, l’incredibile ufficio casalingo è attuale più che mai. Composta da quattro gusci fusi insieme per creare il massimo del silenzio, la sfera presenta soffici posti a sedere, alimentazione elettrica e una radio (che è adattata per il collegamento a un iPhone).
A cura di Clara Salzano

Isolation Sphere è un perfetto ufficio casalingo adatto a tutte le situazioni. Realizzato nel 1971 dal designer Maurice-Claude Vidili , l'incredibile sfera risulta attuale più che mai. Composta da quattro gusci fusi insieme per creare il massimo del silenzio, la sfera presenta soffici posti a sedere, alimentazione elettrica e una radio (che è adattata per il collegamento a un iPhone). La sfera è progettata per offrire privacy in un momento in cui lo spazio e la quiete scarseggiano in casa. Oggi la galleria Maison Gerard di New York ha una delle poche Sfere di Vidili conosciute. Un'altra si trova nella collezione permanente dell'Art & Design Atomium Museum, Bruxelles.

solation Sphere di Maurice–Claude Vidili. Maison Gerard, NY
solation Sphere di Maurice–Claude Vidili. Maison Gerard, NY

Con un'estetica nuovissima e seducente per l'epoca, Maurice-Claude Vidili ha realizzato l'home office del futuro. Lanciato nel 1971, l'ufficio sferico risulta attuale e utile oggi come allora. Una sfera di plastica, con pannelli isolanti e comfort interno risulta influenzata dall'estetica degli sviluppi tecnologici, della fantascienza e della contro rivoluzione culturale. Vidili ha dedicato la sua vita a questi argomenti che per primi hanno suscitato le sue passioni. Isolation Sphere, composta da quattro gusci in poliestere laccato fusi insieme per creare il massimo del silenzio, è dotata di un sistema di alimentazione secondario, illuminazione fluorescente integrata, sistema di scaffali integrato, altoparlanti HI-FI Pioneer controllati da smartphone, una lampada da tavolo portatile, due cuscini di seduta e una finestra. L'obiettivo di Vidili era rivoluzionare il tempo libero e il design: sperava di creare in casa uno spazio dove isolarsi dal mondo diventato ingombrante e clamoroso.

Maurice-Claude Vidili è uno dei designer più audaci degli anni '60 e '70. Passando dal design pratico all'avant garde, Vidili si è fatto un nome concedendo in licenza le edizioni dei suoi progetti. Nato il 20 ottobre 1937, Vidili ha completato gli studi a Nizza, dove ha conseguito un dottorato in pianificazione urbana. Da lì, ha eseguito molti progetti architettonici lungo l'affascinante Costa Azzurra prima di passare a un ruolo presso la casa automobilistica Renault. Alla Renault, Vidili ha aperto la strada all'idea di un'auto a cinque posti, consolidando la sua reputazione di pensatore creativo e innovatore. Vidili ha seguito il suo istinto nel favorire la novità e la modernità artigianale, e ha iniziato a creare i suoi progetti di arredamento singolari. Uno dei suoi lavori più riconoscibili sarebbe uscito nel 1971: il notevole Isolation Sphere.

Home office: i migliori uffici per lo smart working
Home office: i migliori uffici per lo smart working
Hello Wood realizza l'ufficio mobile che tutti vorrebbero avere
Hello Wood realizza l'ufficio mobile che tutti vorrebbero avere
Una casa tutta rosa nel centro di Madrid
Una casa tutta rosa nel centro di Madrid
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni