Davanti alle opere di Jason Seife può capitare di restare indecisi se ci si trova di fronte ad un semplice tappeto persiano. L'abilità dell'artista di Miami è proprio quella di riuscire a creare con la sua pittura dipinti identici ai tappeti persiani, con lo stesso effetto di tridimensionalità che fa venire voglia di passarci la mano. E non ci sono telai né lane per creare le opere di Seife, il giovane artista usa acrilico e inchiostro per offrire il proprio tocco su questi dipinti che sono identici ai tradizionali tappeti persiani.

L'arte di Jason Seife è unica al mondo. L'artista di Miami riesce con l'acrilico e l'inchiostro a rendere abilmente gli intricati disegni dei vecchi tappeti persiani. Mentre i motivi utilizzati nei dipinti riprendono le figure familiari al design dei tappeti persiani come foglie e forme geometriche, Seife introduce colori che nei tappeti tradizionali, realizzati con tessuti pesanti, non si trovano. La propria interpretazione con il colore di un elemento della tradizione riflette lo stato d'animo dell'artista o i suoi pensieri mentre eseguiva l'opera.

I lavori di Jason Seife sono esposti in tutto il mondo. L'artista di Miami ha collaborato anche con il Bronx e il Brooklyn Museum per un lavoro di pittura sulle sue facciate. Anche la Nike ha voluto la collaborazione con Seife per un modello di scarpe. Come gli artigiani dei tappeti tradizionali riescono attraverso disegni, tessuti e colori diversi a rappresentare lo stile di una tribù nomade, così Jason Seife con la sua tecnica e la sua interpretazione emotiva dei colori è riuscito a creare uno stile pittorico unico al mondo.

Ciò che inizialmente lo ha attirato a queste opere non è stato solo l'estetica, ma la storia e il significato densi dietro l'immaginario. Il modo in cui i tessitori sono stati in grado di collegare il modello, la tavolozza e lo stile particolari di ogni tappeto con un'area geografica specifica o tribù nomade, è ciò che lo ha colpito. Jason ha lo scopo di rispecchiare questa pratica con la sua presa sui tappeti facendo in modo che ogni colore e modello siano specificamente correlati a quale stato mentale ed emozione si trovasse mentre creava il lavoro specifico.

Robert Fontaine Gallery