"Progettare una casa è come fare un film: una volta finito, si può solo dire ‘Spero che tutti ne godano'", così definisce la sua villa di Beverly Hills Jennifer Aniston, l'attrice della fortunata serie tv Friends e di diverse commedie di Hollywood.

Su una collina sopra Sunset Boulevard a Los Angeles, una casa che "vibra dell'amore con la quale è stata creata", dice l'attrice. Progettata dal famoso architetto Harold W. Levitt nel 1970, la villa era caduta in stato di abbandono fino al 2006, anno in cui la Aniston l'ha acquistata per 13,5 milioni di dollari. Ci sono voluti due anni, il celebre designer Stephen Shadley e il suo team per trasformare la casa in una raffinata casa ecosostenibile in stile balinese.

La villa, battezzata dalla Aniston "Ohana", in riferimento al concetto hawaiano di famiglia allargata, promette di essere un santuario grazie al rapporto di simbiosi tra interno ed esterno, ai camini esterni, al salotto all'aperto e alla cucina che si espande verso il patio, che ha pavimenti riscaldati e si collega alla vita interna della casa attraverso porte che si piegano contro il muro per consentire agli ospiti la massima libertà di movimento tra le sale interne e il cortile. I 10.000 metri quadrati di casa si distribuiscono in cinque camere da letto, otto bagni, una camera familiare, due saloni (uno con un angolo bar), una palestra, una multimilionaria sala attrezzi, uno studio e tre box auto. La casa inoltre ha una piscina, una spa e varie fontane.

Come suggerisce il nome, si tratta di una casa progettata per intrattenere. "Mi intrattengo per vivere, e mi diverto", dice Aniston. Quando le persone si riuniscono a casa sua, tendono a riunirsi nella sala giochi, con il tavolo da biliardo d'epoca e vista mozzafiato sulla città, o nel salotto con il pianoforte Sauter del 1960. Gli invitati vengono accolti in un ingresso impreziosito da uno splendido lampadario in vetro di Murano, uno dei primi pezzi acquistati per la proprietà. La sala da pranzo può ospitare 24 persone, che si riuniscono sotto lo scenografico lampadario Rain di Alison Berger, composto da pendenti in cristallo soffiato a mano. Un gong thailandese del 1920 chiama i commensali a sedersi attorno al lungo tavolo di noce. Un ponte in travertino collega ad uno stagno koi, che attraversa la sala d'ingresso.

La camera da letto principale, con le sue linee pulite, è fedele alle sue origini, con tanto di tappeto in lana e seta. Originariamente però la stanza aveva due bagni, per lui e per lei, ma la Aniston, da perfetta "single lady", ha trasformato la sua stanza da bagno in un'area termale con una vasca da bagno giapponese importata e scelta per gli speciali effetti curativi per il corpo. La master suite si apre inoltre su un giardino privato progettato da Coral Browning e Marcello Villano, responsabili per il lussureggiante paesaggio in tutta la proprietà.

La villa è dotata di una cucina principale, che comprende un dispositivo di raffreddamento del vino e un forno a legn; alle spalle vi è una seconda e più grande cucina professionale: è possibile così avere dei cuochi che preparano il cibo per poi portandolo nella cucina principale e nessuno saprà che qualcun ha preparato la cena. A differenza di molte case di fascia alta, Ohana manca di un sistema home theater. Invece ospita una sala giochi tentacolare con un grande televisore e tecnologia da svariati milioni di dollari.

La ristrutturazione di Shadley ha incluso una tecnologia Smart House con un sistema di sicurezza biometrico sia per la cantina che per l'armadio gioielli.
La casa è stata progettata nei minimi dettagli e con un'attenzione all'ambiente: la maggior parte del legno usato non proviene da alberi tagliati, ma da alberi caduti, e il tetto è ricoperto di pannelli solari.

Quando Jennifer Aniston parla della sua villa di Beverly Hills racconta: "Non riesco a descrivere la sensazione che ho provato quando ho attraversato la porta per la prima volta, ma sicuramente sapevo di essere a casa". Anche se in un recente viaggio a Londra pare che l'attrice abbia dichiarato di trovare la casa troppo grande per una sola persona e l'abbia messa in vendita. Prossima meta New York!

(Photo AD)