Un display luminoso interattivo sul pavimento dell'ex Chiesa del Sacré Coeur a Casablanca, in Marocco, è l'ultima spettacolare installazione dell'artista francese Miguel Chevalier dal titolo "Tappeti magici 2014, l'Origine del Mondo", in occasione delle Giornate del Patrimonio.

Un instabile tappeto bianco e nero cede gradualmente il passo alle vivaci, spirali di colori saturi che eseguono movimenti coreografici. Il progetto trasforma l'ex spazio di una chiesa in uno spettacolo affascinante di suoni, con le musiche di Michel Redolfi, e luci. Modelli di luce multicolore e mosaici, ispirati all'Arte islamica, sono proiettati sul pavimento. E i progetti interattivi sono regolati e modificati in base ai movimenti dei visitatori per creare un dialogo diretto tra le persone e lo spazio circostante.

Coprendo il pavimento del Sacré Cœur con un enorme strato di luce, l'opera fa riferimento al mondo della biologia, dei microrganismi e degli automi cellulari. Come le cellule hanno la capacità di moltiplicarsi in abbondanza, dividersi e unirsi a ritmi diversi, i Tappeti Magici si uniscono, cadono e si trasformano in forme diverse a velocità rapida. L'universo organico visualizzato diventa una costruzione digitale a pixel sovrapposti.