Un edificio dove si accontentato le esigenze di tutti e di nessuno, dove tutti si possono sentire a casa senza minacciare l'ego dell'altro, questo e molto altro ancora è l'Ego House, il progetto abitativo dello studio olandese MVRDV per città non egocentriche. L'Ego House è un ideale di abitazione, fulcro di una serie di interventi per la biennale di urbanistica\ architettura (UABB) di Shenzhen, in Cina. Caratterizzata da colori vivaci e luminosi, l'ego house è composta da nove stanze che possono essere spostate in diverse configurazioni in base alle esigenze.

L'Ego House è un'installazione di diverse stanze, realizzate per soddisfare le esigenze di tutti in uno spazio limitato. "Quando si confrontano con i le prospettive degli altri, gli utenti devono imparare a negoziare tra loro per ottimizzare l'uso dello spazio urbano limitato", spiegano gli architetti olandesi di MVRDV che avevano presentato il progetto già alla settimana del design olandese. "L'installazione dell'io (W) rappresenta una finestra sul futuro dell'alloggiamento adattabile alle esigenze dell'utente. Questa visione consente la coesistenza di molteplici stili di vita in una realtà densa e ottimizzata".

Ogni stanza colorata è progettata per adattarsi al diverso residente. Le diverse stanze possono cambiare configurazioni in base all'occupante e alle diverse necessità. La costruzione giocosa fa riferimento all'idea di confrontarsi con i bisogni degli altri quando si vive in uno spazio urbano limitato. L'installazione promuove la convivenza di molteplici stili di vita in una realtà caotica ed egocentrica come quella delle nostre città. Ego House fa parte di una più ampia ricerca di MVRDV ("La città del futuro è ampia: prodotti che cambieranno le nostre città") sul modo in cui le città si svilupperanno in futuro, di fronte a problemi come il cambiamento climatico, le risorse in declino e la rapida crescita della popolazione. L'installazione è una proposta per un modo migliore del vivere urbano.