La notizia della possibilità di potersi vaccinare a Cuba ha fatto emergere in tanti il desiderio di organizzare le prossime vacanze sulla bellissima isola caraibica ed unire così utile e dilettevole. Se poi si desidera vivere a contatto diretto con la natura, il complesso di case progettate dallo studio di architettura Veliz Arquitecto possono sembrare un paradiso terrestre. Si tratta di piccoli rifugi ispirati all’architettura organica e progettati per brevi soggiorni immersi nella natura della foresta cubane tra le sue montagne rocciose.

Veliz Arquitecto ha progettato un complesso di case per brevi soggiorni di alpinisti e turisti che vogliono vivere a contatto diretto con la natura. Ispirate all'architettura organica, ogni casa comprende una camera con bagno, una cucina living e un ampio terrazzo esterno. Queste strutture nella foresta cubana sono caratterizzate da un sistema costruttivo su piattaforma in cemento e struttura in legno che permette di godere di una vista mozzafiato dell'ambiente nella sua interezza: "… la costruzione in cemento come concepita nel terzo mondo produce spazi cavernosi: una grotta ha il pavimento in pietra, i muri in pietra e il tetto in pietra. Non veniamo dalle caverne, siamo abitanti, veniamo dagli alberi e siamo uomini delle cime degli alberi, anche se ora viviamo nelle grotte.", spiega l'architetto Jorge Luis Veliz Quintana di Havana, "L'architettura attuale segue un regime esagerato e malsano. È totalmente carnivora. Lo stato di natura esige che si ritorni a uno stato più equilibrato, più vegetariano.".

Il complesso di case immerse nella foresta cubana sono progettate per isolare il corpo e la mente
in uno spazio destinato a far fare un'esperienza diretta con la natura e ad esserne coinvolti. "L'architettura contemporanea allarga gli orizzonti affrontando tabù nella costruzione come le dimensioni, la natura dei materiali e il concetto stesso di costruzione. Oltre ad accettare le ultime novità tecnologiche, l'architettura più innovativa rivendica vecchi materiali strutturali con un futuro garantito da proprietà, costi e basso impatto ambientale.", continua Veliz Arquitecto. I rifugi nella natura sono progettati in bambù che è un materiale imbattibile utilizzato fin dall'antichità dall'uomo per aumentare il proprio comfort e benessere. "Forte, duro, flessibile, economico, rinnovabile, durevole, nel mondo della plastica e dell'acciaio di oggi, il bambù continua a dare il suo contributo secolare e continua a crescere in importanza".