In occasione della Milano Design Week 2014, la casa museo Poldi Pezzoli di via Manzoni a Milano apre le porte al design con la mostra “La Casa Morbida”, in programma dal 26 marzo al 5 maggio 2014. Lungo il percorso espositivo del Museo si sviluppa un tema tradizionale ma contemporaneamente sempre attuale: il “textile design”. “In un'epoca di continue innovazioni tecnologiche e di estrema virtualità può stupire il crescente interesse verso il mondo tessile”, sottolinea Beppe Finessi, curatore della mostra, “fatto di oggetti realizzati con intrecci di trame, filati e materiali più o meno naturali ma indubbiamente dal sapore “d'altri tempi”.

Attraverso una raccolta di opere e oggetti selezionati tra le eccellenze della produzione tessile moderna e contemporanea, la mostra racconta il legame tra i fondamenti di un’arte antica e la sua identità odierna: Vico Magistretti, Alessandro Mendini, Bruno Munari e Ettore Sottsass, fino ai nuovi protagonisti della scena internazionale, tra cui Ronan ed Erwan Bourollec, Scholten & Baijings, Matali Crasset, Martí Guixé e Luca Nichetto si sono impegnati per pensare e realizzare oggetti che rimandano all’approccio della qualità artigianale ma che fossero in dialogo con gli oggetti del Museo e gli ambienti della Casa, misurando l’impiego di soluzioni innovative e accostamenti inattesi.

I maggiori esponenti del design moderno e contemporaneo riscoprono in questa mostra l'importanza della qualità artigianale, che ritorna ad essere un dato di assoluta attualità nel panorama italiano. E gli stessi oggetti di design, hanno spesso trovato, in tempi recenti, la sostanza della propria essenza nella tessitura: "arazzi, tappeti, imbottiti di varia natura, accomunati da una vitalità creativa inaspettata e dal calore, dalla morbidezza e dalla tattilità che solo l'elemento tessile può regalare".

Gaetano Pesce–Feltri 1987 Cassina
in foto: Gaetano Pesce–Feltri 1987 Cassina