28 Gennaio 2021
17:23

La casa progettata come un nido di uccelli

Atelier NgNg ha progettato a Saigon una casa unifamiliare unica al mondo. La struttura, situata su un lotto stretto in una zona residenziale affollata della città, riesce a sfruttare al meglio lo spazio a disposizione creando un’abitazione che asseconda la passione per il giardinaggio della proprietaria e realizza un susseguirsi di ambienti ampi e giardini privati.
A cura di Clara Salzano

"Floating Nest, come molte altre case a tubo a Saigon, si trova su un lotto stretto (4×12 metri) in una zona residenziale affollata della città, che è bloccata da edifici vicini su tre lati, con un solo lato rivolto verso l'esterno, ma verso l'ovest. Venendo a NgNg, la proprietaria, appassionata di giardinaggio, desiderava soprattutto uno spazio arioso e rilassante dopo una faticosa giornata di lavoro, con abbondanti aree verdi per soddisfare il suo hobby in campagna.", con queste parole gli architetti di Atelier NgNg descrivono il loro ultimo progetto nella città di Saigon in Vietnam dove hanno progettato una casa che ispirato al nido degli uccelli.

Non ci sono pareti divisorie all'interno di Floating Nest il progetto è tutto un susseguirsi di zone verdi e vuoti che rendono l'ambiente più luminoso e arioso. La mancanza di separazione tra gli spazi funzionali è stata ideata per ovviare al limite dimensionale del lotto su cui sorge la casa. All'interno lo spazio è strutturato attorno a tre grandi vuoti: un giardino anteriore e uno posteriore, che si estendono su tutti e tre i piani, separando la casa dalla strada; un pozzo di luce centrale, che attraversa i due piani superiori, separa l'home office dalla zona riposo e il giardino dal luogo di culto. "I piccoli giardini sono usati in modo simile per separare l'interno e l'esterno; il bagno e la camera da letto o la cucina; le camere da letto e le scale.", spiegano gli architetti, "Questa soluzione crea una transizione spaziale fluida garantendo al contempo che tutti gli spazi funzionali siano a contatto con la natura".

La casa si ispira alle costruzioni tipiche dei villaggi vietnamiti dove si usano il bambù e il legno, combinati con materiali più moderni come vetro e ferro. Il bambù è un materiale naturale che è abbondante a livello locale, sia ecologico che economico. La facciata  di bambù si rifà alle "pareti di rattan" dell'architettura tradizionale della campagna vietnamita, e serve a proteggere l'intera casa dalla forte luce solare e per la privacy. I bambù intrecciati consentono inoltre una ventilazione interna naturale. Questa tenda di bambù si alterna al ferro ed insieme creano giochi di luce e flussi d'aria eccezionali. "Queste diverse strategie rendono l'intera casa leggera, come se fluttuasse in un ampio spazio verde e piena di luce.", continua atelier NgNg, "Al tramonto, quando il sole tramonta, la luce dall'interno della casa filtra attraverso le fessure tra i tronchi di bambù e i tagli di foglie sui muri di ferro, facendo sembrare la casa una lanterna in mezzo al quartiere".

Questo rifugio nella natura è stato progettato usando un algoritmo
Questo rifugio nella natura è stato progettato usando un algoritmo
Perché ci sono sagome di uccelli neri disegnate sui “vetri” delle autostrade
Perché ci sono sagome di uccelli neri disegnate sui “vetri” delle autostrade
2.348 di Videonews
Casa Cosmos, il rifugio extraurbano tra foresta e oceano
Casa Cosmos, il rifugio extraurbano tra foresta e oceano
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni