La funivia che parte da Torii-mae nella città di Ikoma, nella prefettura di Nara, attraversa il tempio di Hozanji e termina al parco divertimenti Ikoma Sanjo. Si tratta della più antica funicolare a gestione commerciale del Giappone, che costituisce un'attrazione vera e propria non tanto per la storia ma per la decorazione fantasiosa delle sue carrozze che riproducono la faccia di cani e gatti dei cartoni animati. "Bull" con la faccia da bulldog e "Mike" con la faccia da gatto sono i simpatici treni della funivia di Ikoma.

La funivia di Ikoma è stata introdotta il 29 agosto 1918 e risulta, a tutti gli effetti, la prima funivia del Giappone ad aver utilizzato solo la tecnologia giapponese. I suoi simpatici treni, uno con la faccia di un cane e l'altro con la faccia di un gatto, collegano il Tempio di Hozanji nella prefettura di Nara con il parco divertimenti Ikoma Sanjo, nella città di Ikoma. La linea misura 2 km e ha cinque stazioni. Presto le fantasiose carrozze utilizzeranno anche i vocalizzi degli animali per allertare i cervi vaganti che spesso attraversano i binari  e costituiscono una delle principali fonti di collisioni e ritardi dei treni. La funivia è gestita dalla società ferroviaria privata Kintetsu. Originariamente la funivia presentava carrozze piuttosto standard, fino al 2000, quando ha subito una totale ristrutturazione e ha adottato l'estetica attuale con vagoni in stile kitsch a forma di cani, gatti e persino a forma di torta.

La Ikoma Cable Line è composta da due linee differenti: la Linea Hōzanji, tra Toriimae e Hōzanji, che è l'unica funicolare a doppio binario del paese; la Linea Sanjō, tra Hōzanji e Ikoma-Sanjō, che utilizza un suono "Do-Re-Mi" di sottofondo simile a un organo, mentre le carrozze a forma di torta hanno una musica di base più dolce. L'anno 2018 ha segnato il centenario dell'apertura della linea.