Orecchini con i volti delle donne di Pablo Picasso o  collane con le figure di Henri Matisse e altri iconici artisti, sono solo alcune delle creazioni dell'architetto Ayça Özbank Taşkan che ha realizzato una collezione di gioielli ispirati all'architettura e all'arte moderna, piccoli capolavori d'arte da indossare che vengono realizzati a mano da abili artigiani con i materiali più preziosi.

Ayça Özbank Taşkan è nata da una famiglia di artisti a Istanbul. Nel 2005 si è trasferita a Venezia per studiare architettura, dove ha conseguito la laurea presso l'Università IUAV di Venezia e poi un Master presso il Politecnico di Milano. Ha vissuto a Helsinki, Berlino e ora abita a Parigi dove ha fondato la Mara Design Studio. I suoi viaggi sono stati la prima fonte d'ispirazione, insieme all'architettura, di varie epoche e agli stili dell'arte. Nelle sue collezioni, le ispirazioni architettoniche e urbane si trasformano in pezzi indossabili. Il fatto di aver vissuto in diverse città prima di Parigi per cui si possono trovare elementi provenienti da diverse città e culture all'interno delle sue collezioni.

"L'idea principale era quella di creare pezzi indossabili ispirati all'architettura e all'arte moderna per le persone che amano indossare e collezionare oggetti eccezionali. Una definizione precisa ha aiutato molto durante il processo decisionale iniziale. Il resto è venuto naturalmente. Nel tempo, mi sono concentrato esclusivamente su Mara Paris per la sua energia e potenzialità.", spiega Ayça Özbank Taşkan in un’intervista pubblicata in Paris By Design di Eva Jorgensen, "I gioielli sono strettamente correlati all'identità. Progetto gioielli come espressione dell'energia creativa di varie mie ispirazioni. Vengo da un background di architettura e i progetti di architettura tendono ad essere piuttosto complicati, coinvolgendo grandi team con molte specialità diverse. Vedere il risultato finale richiede anni. La progettazione di gioielli può essere eseguita con un piccolo team a un ritmo incredibilmente veloce. È possibile raccogliere due collezioni all'interno di una piccola squadra presso una, tenerle tra le mie mani e vederle essere indossate. Lo trovo molto eccitante e più adatto al ritmo della vita che viviamo oggi".