Come far parlare di sé nel mondo con un evento a Parigi? Prendere come riferimento un monumento tra i più famosi del mondo (e più fotografati) e godere della sua fama. Così Fermob ha pensato di festeggiare i 125 anni della sua iconica sedia Bistro con una mini Tour Eiffel rossa realizzata con 324 sedie in omaggio ai 324 metri della illustre torre parigina.

Sono pochi gli oggetti di uso quotidiano che, in un secolo, non sono cambiati: la sedia Bistro è un archetipo, un oggetto di culto. L'evento organizzato da Fermob mette in luce l'intramontabilità di questa sedie entrata ormai nella memoria storica di chiunque. "Si organizza un evento per celebrare l'anniversario della sedia Bistro, ma il lato eccezionale è proprio la sua atemporalità " , dice Bernard Reybier, amministratore delegato della società, "Per 125 anni è stata presente nella nostra vita quotidiana, è del tutto corretto parlare di oggetto di culto". E come sito più visitato al mondo (7 milioni di persone di cui il 75% stranieri), la Tour Eiffel è uno sponsor formidabile, non fosse altro perché coetanea della Bistro.

"Come la Tour anche la sedia Bistro ha elogiato un know-how industriale, l'incarnazione della modernità grazie all'audacia della sua linea. Il nostro tour è un omaggio a questo materiale di cui sono composte entrambe. Mi piace anche l'idea di offset e la differenza di scala tra l'imponente Torre Eiffel e le nostre piccole sedie che si adattano insieme per dare forma ad una nuova struttura metallica. Il pubblico sarà sorpreso e si spera eccitato". La struttura realizzata da Fermob è alta 13 metri, come una sorella piccola della più imponente Lady di Ferro, una libera creazione e un po' impertinente, come le collezioni Fermob, la società di mobili da giardino che produce industrialmente Thoisset (Ain) fin dagli anni '50.

The CEO of the French Fermob furniture company, Bernard Reybier (AFP PHOTO : JEFF PACHOUD)
in foto: The CEO of the French Fermob furniture company, Bernard Reybier (AFP PHOTO : JEFF PACHOUD)

Dal Jardin du Luxembourg a Tokyo attraverso Times Square e Harvard negli Stati Uniti, il look francese di Bistro seduce tutti: nei giardini, con i vicini e, ovviamente, nei caffè e taverne di Parigi, dove ha costruito la sua legenda davanti al pubblico e ai turisti in particolare. Acclamata da riviste di moda e di design, si producono più di 100 000 copie di Bistro all'anno nella Fermob che ha mantenuto il design del modello originale disegnato da Edouard Leclerc nel 1889 e che ha 193 dipendenti ed esporta il 47% della sua produzione. E perché il rosso? É un omaggio all’introduzione del colore nei mobili da giardino. Oltre al tradizionale bianco o verde che avevano prevalso per tre quarti di secolo, all’inizio degli anni ’60 sulle terrazze di alcuni bistrot di Parigi apparve il rosso, e Fermob aprì la strada negli anni ’90 ai mobili colorati in giardino. La Tour Eiffel rossa sarà visibile sul Champ de Mars fino al 7 luglio 2014 quando verrà spostata nella piazza dell'Hotel de Ville di Parigi.

The replica is made out of Fermob ’Bistro’ chairs. AFP PHOTO / STEPHANE DE SAKUTIN
in foto: The replica is made out of Fermob ’Bistro’ chairs. AFP PHOTO / STEPHANE DE SAKUTIN