Capita spesso di trasferirsi o acquistare una casa dove la cucina è ancora funzionante ma l'aspetto è davvero poco attraente. Oggi l'acquisto di una cucina nuova è una spesa tutt'altro che indifferente: garantirsi buoni elettrodomestici in un amplesso moderno spesso nasconde cifre da capogiro. Così spesso si finisce per utilizzare la vecchia cucina, quella trovata nella casa in cui si è appena traslocati o quella ereditata da amici e parenti e rimandare la grande spesa. Ma la blogger Emily Henderson ci mostra come possiamo dare un tocco di novità e freschezza alla vecchia cucina senza spendere un capitale.

Emily Henderson si era trasferita da poco nella nuova casa con la sua famiglia. La cucina trovata era davvero un disastro: per diverso tempo sono stati costretti ad usare solo il tostapane per cuocere il cibo perché il forno non funzionava, ma il legno della vecchia cucina era ancora buono. Certo i pensili erano sporchi e mal messi, con anni e anni di accumulo di cibo e grasso ma con una mano di vernice e qualche intervento qua e là, la cucina sarebbe potuta tornare come nuova, anzi meglio. Emily Henderson non aveva infatti alcuna intenzione di spendere almeno 1.800 dollari per una cucina nuova di zecca, così ha deciso di impegnare sé e la sua famiglia, con l'aiuto di qualche amico esperto, in un intenso lavoro di ristrutturazione fai da te.

Il segreto per rinnovare la cucina è osare con i colori. Emily Henderson ha fatto dipingere di bianco tutti i pensili del lato superiore della cucina, dopo aver sabbiati per permettere alla pittura di aderire meglio alle superfici. "La lezione da tenere a mente è stata quella di analizzare bene il legno della vecchia cucina e assicurarsi che la sua qualità sia sufficiente buona per essere ridipinta. L'impiallacciatura può essere sabbiata ma solo tante volte prima di eseguire la verniciatura", ha spiegato la blogger. La cosa fondamentale e più difficile è stata cambiare il top coat della vecchia cucina, sostituendolo con un nuovo piano di granito bianco: bisogna prendere bene le misure e le distanze tra i fornelli, lavelli ed elettrodomestici per far creare una base apposita. Anche la base dell'isola centrale è stata cambiata con un nuovo top coat dello stesso materiale di quello della cucina. Inoltre la parete dietro a lavello è stata rifinita con un rivestimento di marmo intervallato da fughe di ottone, che richiamano le maniglie dei pensili.

Un tocco geniale è stato quello di dipingere di blu azzurro i pensili della parte inferiore della cucina. Inizialmente questa scelta non era contemplata ma bisogna ammettere che l'aspetto finale è molto più attraente. In questo modo si è dato un tocco di originalità e di vivacità alla cucina. Dopodiché si è passati all'illuminazione: Emily ha scelto un lampadario composto da quattro elementi bianchi a pendolo posti sopra l'isola centrale e con rifiniture in ottone che richiamano le maniglie dei pensili. Tutte le maniglie dei pensili originali sono state recuperate nella nuova cucina. Di nuovo è stato comprato il frigorifero, che è un investimento importante da fare sempre perché da questo elettrodomestico dipende parte della bolletta elettrica e della freschezza dei propri cibi. Infine alla cucina sono stati aggiunti dei nuovi sgabelli moderni che hanno reso la cucina di Emily Henderson un'immagine da copertina di design.