Per il quarto anno consecutivo, il festival di street art "Life is beautiful" arriva a Las Vegas e stravolge la città con una serie di murales e di installazioni artistiche che entrano a far parte, a pieno titolo, del patrimonio culturale della città e ne cambiano l'estetica urbana. Artisti del calibro di Roa, Vhils, D * Face, e Misaki Kawaii hanno fatto capolino nella città degli eccessi degli Stati Uniti d'America trasformando il centro di Las Vegas in un museo d'arte a cielo aperto con opere che sono destinate a segnare la città per molto più del tempo di durata del Festival.

Quest'anno il leggendario artista, Shepard Fairey, ha dipinto un grande murale in uno dei più trafficati incroci di Las Vegas. Il titolo è "Corporate Welfare?" ed è un invito a "dare uno sguardo più da vicino al legame intrinseco tra le società senza volto e un governo non trasparente in una democrazia discutibile". Per il quarto anno torna a curare la manifestazione Charlotte Dutoit del JUSTKIDS che con il suo programma artistico ha lasciato un segno indelebile sulla tela bianca della città. Le facciate di Las Vegas sono state completamente stravolte dalla street art ci alcuni degli artisti più famosi al mondo: un edifico è diventato un mondo fantastico, un altro ha acquistato tridimensionalità e un altro ancora crea l'illusione ottica di un mondo parallelo.

Talenti da ogni parte del mondo partecipano a "Life is beautiful": il festival non abbraccia solo l'arte ma anche la musica, la cucina, la commedia, e molto altro ancora. Durante la durata del Festival una serie di eventi, concerti e conferenze animano Las Vegas, ma è l'arte che rimane in città per tutto l'anno e oltre. Più di 40 pezzi arricchiscono il paesaggio urbano, con una selezione eclettica di artisti che si spostano da un tipo di pittura figurativa a impianti industriali, al fine di portare l'arte contemporanea nelle strade di Las Vegas. Abbiamo selezionato salienti del 2016 scaletta, che ha incluso 14 artisti provenienti da Europa, Sud America, Australia e Stati Uniti.