In risposta al vertiginoso aumento dei prezzi immobiliari e alla crescente pressione demografica accompagnata da una diminuzione del suolo disponibile per la costruzione di case, l’ultima tendenza in fatto di abitazioni è vivere sotto terra. Scegliere di abitare in una casa ipogea può essere la soluzione a molti problemi dell'era moderna: le case sotterranee, realizzate approfittando di grotte naturali oppure di cavità scavate appositamente, sono abitazioni a basso impatto ambientale ma ad alta efficienza energetica che possono risultare molto più confortevoli di quanto si creda.

I vantaggi di vivere sotto terra sono molteplici. Molti troveranno tale soluzione piuttosto claustrofobica ma non sempre si ha la perfetta cognizione di cosa significhi una casa ipogea. Rispetto ad esempio ad una casa fuori terra, le costruzioni sotterranee possono ricevere molta più luce grazie alle aperture dall'alto che garantiscono un ingresso zenitale dei raggi solari. Usufruendo dell'energia geotermica, il consumo di energia nelle case sottoterra è molto ridotto grazie alla temperatura costante del suolo e all'isolamento garantito del terreno che consente un bisogno di riscaldamento o raffreddamento degli ambienti molto minore. Inoltre la posizione ipogea assicura una maggiore protezione dagli eventi atmosferici. Senza contare anche i costi di realizzazione inferiori dal momento che la costruzione si riduce ad uno scavo e il materiale sbancato durante il cantiere può essere riutilizzato in fase di realizzazione essendo di origine naturale. É tempo dunque di sfatare i soliti preconcetti di casa ipogea come abitazione umida, fredda e buia, e iniziare a convincersi del fatto che il futuro dell'architettura eco-sostenibile è proprio sotto terra con case a basso impatto ambientale che possono essere molto più belle, lussuose e accoglienti di quanto si possa immaginare.