Nel 1934, quando Le Corbusier si trasferisce con sua moglie Yvonne nel suo appartamento in rue Nungesser-et-Coli 24 a Parigi, disegna il divano LC5 con Pierre Jeanneret e Charlotte Perriand per il suo salotto. Direttamente dall'appartamento di Le Corbusier l'ampio divano LC5 venne rieditato per la prima volta da Cassina nel 1974 in un’unica dimensione con la finitura cromata.

Il divano LC5 oggi viene rinnovato con delle finiture diverse e delle proporzioni più grandi rispetto alla prima edizione, grazie all'analisi accurata della documentazione d’archivio, svolta in collaborazione con la Fondazione Le Corbusier e agli eredi dei co-autori. Cassina, nel rispetto dell’autenticità e del pensiero degli autori, ha sviluppato questo progetto utilizzando come riferimento il divano originale che si trovava proprio nell’appartamento parigino. Ma il restyling garantisce una seduta molto più comoda con uno schienale che arriva fino alla struttura di base e cuscini larghi, imbottiti in piuma. Proporzioni più generose e diverse finiture possibili garantiscono rispetto dell'identità e forma contemporanea.