A volte tutto ciò che serve per creare la magia dell'arte sono un paio di bastoni, un po' di sabbia e un talento. Quando non suona o dipinge, il neozelandese Jamie Harkins disegna fantastiche illusioni 3D nella sabbia con l'aiuto dei suoi amici. I loro disegni anamorfici creano scale illusorie degne di MC Escher, skate park, scene oceaniche che si completano solo quando qualcuno si pone sulla spiaggia e rende reale l'illusione.

Harkins impiega lo stesso trucco di prospettiva che usano gli artisti coi gessetti sul marciapiede quando ingannano la vista nel pensare che le loro illustrazioni 2D siano in realtà 3D. Si chiama anamorfosi, e richiede che lo spettatore osservi l'arte da una certa prospettiva affinchè funzioni.

Le opere di Harkins apparirebbero come linee senza senso per le persone sulla spiaggia, ma viste da lontano si trasformano in barche a vela, banchine, scale, o altre immagini artistiche di prodotte dalla fervida immaginazione di Jamie che riesce a convincere la gente a posare all'interno delle sue immagini, assottigliando il confine tra realtà e illusione.

"Avevamo già visto altre persone che realizzavano disegni sulle spiagge, ma sono sempre state forme piatte, geometriche, così abbiamo pensato di sperimentare l'illusione ottica 3D", ha detto l'artista neozelandese,"E il fatto che il disegno sulla sabbia scompare alla fine della giornata quando la marea entra in gioco, rende l'opera impermanente, mi affascina".