"Celebriamo i migliori edifici e spazi di un anno.", così gli A + Awards si definiscono. Si tratta di uno dei premi più importanti del mondo dell'architettura che ogni anno celebra oltre 400 luminari provenienti da settori diversi come moda, editoria, design del prodotto, sviluppo immobiliare e tecnologia: "Gli architetti modellano ogni spazio e ogni luogo in cui le persone trascorrono la loro vita, quindi abbiamo creato gli A + Awards per ricordare al mondo quanto sia importante l'architettura".

Architizer è la più grande piattaforma online al mondo per l'architettura. La nona edizione degli Architizer A + Awards sottolinea il ruolo dell'architettura in un mondo che cambia: nel 2020, il panorama globale è stato sconvolto da condizioni ambientali e sociali senza precedenti sfide. Ora però l'attesa è finita e sono stati annunciati i prestigiosi vincitori degli A + Firm Awards. Un'incredibile gamma di studi di architettura e consulenza hanno partecipato a questo nuovo importante programma, il primo al mondo nel suo genere dedicato a celebrare le aziende AEC di tutte le dimensioni, aree geografiche e specializzazioni.

Skidmore, Owings & Merrill (SOM) – Best Public Projects
in foto: Skidmore, Owings & Merrill (SOM) – Best Public Projects

Più di 400 aziende – provenienti da 50 paesi in 6 continenti – hanno presentato il loro portafoglio per esame: "Dopo una meticolosa revisione da parte di un'influente giuria di leader del pensiero creativo, 31 aziende sono risultate in cima, fornendo un'immagine diversificata dei team di talento che aiutano a concettualizzare, progettare e fornire la migliore architettura del mondo.", spiega Architizer. "Gli A + Firm Awards rivelano che l'innovazione e il design lungimirante non devono escludere il pensiero sulla sostenibilità, l'accesso e l'equità", ha affermato il giurato Charles Renfro, Partner, Diller Scofidio + Renfro. "È stato incoraggiante, in particolare nelle categorie di aziende di piccole e medie dimensioni, che questi problemi siano ora perfettamente integrati negli approcci progettuali degli architetti più giovani senza sacrificare soluzioni formali entusiasmanti ed eleganti".

I più grandi plausi sono stati riservati alle aziende che rispondono in modo dinamico alle sfide globali in evoluzione, che continuano a influire sulla vita quotidiana di milioni di persone in tutto il mondo. "È stato incoraggiante trovare un gran numero di pratiche chiaramente appassionate su alcune delle questioni più urgenti del nostro tempo: inclusione, resilienza economica, cambiamenti climatici e, soprattutto, la pandemia", ha affermato la giurata Kathryn Firth, partner di FPdesign. "Come progettista urbano, sono stato particolarmente incoraggiato dal numero di progetti che non solo rispondevano al loro contesto, ma si impegnavano a dare un contributo significativo al contesto sociale e fisico più ampio".

Best Photography Studio – Julien Lanoo
in foto: Best Photography Studio – Julien Lanoo