Attraverso le vetrate della Sagrada Familia Antoni Gaudì è riuscito a rappresentare tutta "l'espressività e la grandezza" della sua visione. Le vetrate della Cappella del Rosario realizzate da Henri Matisse ricordano la famosa serie di ritagli dell'artista. Le vetrate colorate sono sempre state un simbolo indiscusso dei luoghi di culto. Spesso quando si parla di vetrata colorata si pensa a quella delle cattedrali gotiche, come il rosone di Notre Dame, ma esistono spettacolari vetrate colorate anche in Moschee e chiese moderne. Prepraatevi ad un tour virtuale alla scoperta delle vetrate colorate più famose di tutto il mondo.

La vetrata colorata, dai capolavori medievali alle creazioni contemporanee, può riuscire a trasformare qualsiasi spazio in un caleidoscopio di colori. La prima chiesa che andiamo a visitare virtualmente è la Sainte-Chapelle di Parigi , definita il "gioiello del periodo gotico del Rayonnant", famosa per le sue quindici vetrate colorate. Un altro luogo degno di nota per le vetrate colorate è la cappella gotica del King's College dell'Università di Cambridge che raffigurano episodi religiosi e reali inglesi oltre ad essere un fondamentale esempio di sviluppo della pittura gotica inglese.

Una delle vetrate più studiate della storia è quella della Sagrada Familia di Antoni Gaudì a Barcellona. Progettata dal maestro del modernismo spagnolo nel tardo XIX secolo,  la Sagrada Familia ha delle vetrate che si differenziano per forma e combinazione di colori tanto da rendere gli interni degli spazi caleidoscopici spettacolari. Degne di nota sono anche le vetrate progettate dall'artista Henri Matisse  nella Cappela del Rosario, costruita tra il 1943 e il 1949 a Vence, in Francia. Lasciamo l'Europa per recarci a Shiraz, in Iran, le vetrate della Moschea di Nasir al-Mulk sono un esempio mozzafiato della arte e dell'architettura islamica.