15 Aprile 2021
17:48

L’ex bunker nucleare diventa una stazione di ricerca che imita la vita sulla Luna e Marte

Situata presso l’aeroporto post-militare in Polonia, la stazione di ricerca LunAres è una struttura specializzata per la simulazione di missioni spaziali sulla Luna e su Marte. Creato nel 2017 dalle società Space Garden e Space Is More, il progetto recupera un ex bunker nucleare per missioni analizzare l’impatto psicologico e fisiologico della presenza umana extraterrestre a lungo termine.
A cura di Clara Salzano

LunAres Research Station è una stazione di ricerca analogica che simula la vita su Marte e sulla Luna. Situata presso l'aeroporto post-militare in Polonia, la struttura è ricavata all'interno di un ex bunker nucleare ed è specializzata per la simulazione di missioni spaziali con equipaggio in situazioni extraterrestri. Il progetto è stato lanciato nel 2017 dalle società Space Garden e Space Is More e si rivolge ad un equipaggio di un massimo di sei persone coinvolto in una missione per due settimane tesa ad analizzare l'impatto psicologico e fisiologico della presenza umana extraterrestre a lungo termine.

LunAres è il primo progetto di questo tipo in Europa: "L'obiettivo generale di LunAres è creare una piattaforma di ricerca per supportare lo sviluppo scientifico e tecnologico nell'esplorazione spaziale con equipaggio.", spiegano Space Garden e Space Is More , "La vasta gamma di specialisti sono coinvolti nello studio in campi come la medicina estrema, la psicologia, la biotecnologia, la robotica e l'ingegneria, la sociologia, l'architettura. L'eventuale osservazione e controllo dell'ambiente interno, nonché la telemetria degli stati fisici e psicologici dell'equipaggio, forniscono grandi quantità di dati per studi complessi". All'interno della stazione di ricerca, sviluppata dentro un ex hangar nucleare usato per immagazzinare i cacciabombardieri SU-22 pronti per il decollo, vengono condotte ricerche incentrate sui fattori umani nelle missioni spaziali, dello stato di salute e dei comportamenti dell'equipaggio. I dati raccolti in LunAres possono inoltre essere usati per la scienza, gli affari e gli sforzi educativi.

La stazione si trova in una zona remota della Polonia dove oggi i visitatori hanno accesso ad attrazioni come voli in aliante e parapendio, un museo aerospaziale e una base per immersioni profonde, oltre a provare le missioni LunAres che è parte di un piano di rivalorizzazione dell'area post-militare: "La nostra stazione è composta da due aree: Habitat, costruita con container, e area EVA situata nell'hangar. Il terreno EVA è collegato al resto della stazione tramite una camera di equilibrio.", continuano i fondatori del progetto, "La camera di equilibrio viene utilizzata dagli astronauti per il trasferimento dentro e fuori l'habitat durante la simulazione dell'attività all'aperto. LunAres fornisce una squadra con diverse funzioni in singoli moduli". L'organizzazione è strutturata in moduli in base alla funzione. Nella stazione off grid c'è spazio per un dormitorio camere da letto private, una cucina attrezzata, una palestra, i servizi igienici completi, un biolab utilizzato per eseguire esperimenti chimici e biologici, un'officina per le attività di costruzione, un laboratorio di ricerca e uno spazio comune per varie attività come riunioni, esercizi fisici e relax. "Siamo felici di utilizzare l'hangar post-militare per uno scopo così pacifico e internazionale".

Finestre anti meteoriti e reattori nucleari: ecco quanto costerà abitare sulla Luna
Finestre anti meteoriti e reattori nucleari: ecco quanto costerà abitare sulla Luna
L'ex birrificio di Vienna diventa un hotel fatto di paglia
L'ex birrificio di Vienna diventa un hotel fatto di paglia
La missione di Perseverance su Marte spiegata dall'astrofisico Amedeo Balbi
La missione di Perseverance su Marte spiegata dall'astrofisico Amedeo Balbi
3.547.023 di Scienze Fanpage
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni