Durante la pandemia di Coronavirus una delle poche notizie positive e felici era stata la condivisione di tutti i film d'animazione dello Studio Ghibli sulla piattaforma Netflix. Per gli amanti dei film di Hayao Miyazaki e Isao Takahata è stata una magnifica iniziativa che ha permesso di vedere e rivedere alcuni dei più importanti capolavori d'animazione giapponese. Studio Ghibli gode infatti di una fama internazionale e il suo studio cinematografico era sempre stato un luogo misterioso dove non era possibile fare le foto. In occasione della quarantena però lo studio ha deciso di condividere anche una serie di video dell'esterno e degli interni dello spazio/museo così che tutti i fan possano avere la possibilità di visitarlo ora che Studio Ghibli è temporaneamente chiuso a causa del Covid19.

I video dello Studio Ghibli

Studio Ghibli per la prima volta apre le porte del suo mondo creativo ai visitatori di tutto il mondo. Attraverso dei tour virtuali è possibile andare in giro nelle diverse sale del fantastico mondo Ghibli, nonostante lo studio sia ancora temporaneamente chiuso a causa della pandemia globale. Sul canale Youtube dello Studio Ghibli sono presenti cinque video che mostrano l'esterno colorato del Museo e una porta di vetro colorata con il Catbus di "Il mio vicino Totoro", uno dei personaggi più iconici dei film d'animazione di Hayao Miyazaki. Un altro video conduce nella stanza "Dove un film nasce", che è una ricreazione del negozio di antiquariato di "Whisper of the Heart" e "The Cat Returns", altri film di animazione del noto studio cinematografico.

Il tour nello Studio Ghibli

Uno dei tour virtuali dello Studio Ghibli conduce i visitatori all'ingresso principale del museo. All'interno il sole filtra dietro le vetrate colorate decorate con i disegni classici di Hayao Miyazaki. Il soffitto dello Spazio delle Meraviglie è caratterizzato da un affresco con rami, fiori e frutti dipinti a mano, oltre ad alcune delle più importanti anime dello Studio Ghibli come le sorelle Totoro, Mei e Satsuki e Kiki, la strega volante. All'ingresso dello spazio si nota un cartello con su scritto: “La stanza appartiene a un ragazzo che desidera sviluppare un'idea del proprio film. La stanza fornisce molta ispirazione per quello che succederà al pezzo di carta bianco sulla scrivania per diventare l'origine di un vero film". In tutto lo Studio sono esposti soprammobili stravaganti, libri e opere d'arte.  Un'altro video conduce all'interno della caffetteria dello Studio che sembra uscito da un suo film d'animazione: qui servono piatti a tema come pancetta, uova e toast del "Castello volante di Howl" e la torta al cioccolato cotta da Madame per Kiki.