Era il 1894 quando, durante l’Esposizione Universale e Coloniale di Lione, Édouard Michelin, osservando una pila di pneumatici disposti artisticamente, esclamò: “..con un paio di braccia in più sembrerebbe un omino!”. Dopo qualche anno, nel 1898, nacque Bibendum, l’Omino Michelin. L'iconico personaggio da allora è simbolo del Gruppo Michelin ed è apparso su ogni canale pubblicitario per fornire informazioni tecniche relative all’uso corretto del pneumatico.

L'Omino Michelin è stato disegnato dall’artista Marius Rossillon, conosciuto con il nome d’arte di “O’Galop”, che lo inserì in un manifesto dal titolo “Nunc est Bibendum” (“Adesso bisogna bere”), in cui si cita l’Ode di Orazio (I, 37) per associare il noto pneumatico Michelin al superamento di un’ostacolo in modo così facile come “bere”. Bibendum col tempo acquisisce sempre più caratteri umani fino a quando, negli anni Venti, gli artisti dediti allo studio grafico Michelin, assemblano un numero ben preciso di pneumatici come struttura per il corpo e creano il personaggio che oggi tutti conosciamo: sorridente, gentile, che ispira fiducia ad ogni viaggiatore, come dovrebbe fare uno pneumatico da strada.

L'Omino Michelin incarna la storia dell’industria dell’automobile: all’inizio il personaggio è disegnato con monocolo, sigaro, anello con sigillo, gemelli, proprio come la classe sociale che all'epoca poteva permettersi un automobile. Col passare del tempo l’Omino Michelin si sveste dai caratteri elitari e diventa il compagno di viaggio amichevole e ideale. Diventato celebre già dagli anni Venti, il successo dell'Omino Michelin continua a crescere fino al 2000, quando viene riconosciuto come miglior logo di tutti i tempi da una giuria di esperti del Financial Times. Nello stesso anno, l’Omino Michelin cambia in versione high-tech e diventa 3D, per essere sempre più in linea con i tempi e immediatamente riconoscibile dai viaggiatori. Nel 2018 l'Omino Michelin celebra centoventi anni dalla sua prima apparizione. Per celebrare tale anniversario è stato inaugurato l’Aventure Michelin, un luogo unico, aperto a tutti, che custodisce e testimonia la storia e il patrimonio culturale del Gruppo con una mostra aperta fino al 31 dicembre 2018.