Un "battito cardiaco" nel cuore di Londra: ecco cosa è riuscito a realizzare l'artista francese Charles Pétillon. Per un mese i visitatori di Covent Garden saranno infatti accolti dalla sua ultima installazione culturale: Heartbeat, una collezione di 100.000 palloncini bianchi che ha invaso lo spazio del Market. È la prima volta che l'artista Charles Pétillon esce fuori dai confini francesi e lo fa con un'installazione senza precedenti nella sua carriera.

Heartbeat, che si estende per 54 metri di lunghezza e 12 metri di larghezza, è costituito da 100000 palloncini bianchi che emettono una delicata e pulsante luce bianca, per simboleggiare il battito di un cuore, e riflettono la storia, l'energia e il dinamismo del quartiere. Ogni palloncino ha le sue dimensioni ed è parte di una composizione gigante ma fragile che crea una nuvola galleggiante sopra l'energia del mercato sottostante. Questa fragilità è rappresentata dai materiali a contrasto e dal candore dei palloni che si muovono e pulsano come fossero vivi e vibranti, proprio come la zona dell'installazione. Unire il mondo dell'arte con l'architettura di classe mondiale, è stato l'obiettivo dell'installazione di Charles Pétillon, ispirato dal patrimonio di Covent Garden come prima piazza di Londra e dalla reputazione del West End come cuore pulsante della città: "Le invasioni dei palloncini che creo sono metafore. Il loro obiettivo è quello di cambiare il modo in cui vediamo le cose che viviamo gli uni accanto agli altri ogni giorno senza realmente notarli. Con Heartbeat voglio rappresentare la costruzione del mercato come il cuore pulsante di questo settore – che collega il suo passato con il presente – per permettere ai visitatori di riesaminare il suo ruolo al centro della vita di Londra". Heartbeat fa parte del programma culturale in corso a Covent Garden per trasformare il quartiere in una continua galleria d'arte a cielo aperto. Alex Chinneck, Jeff Koons, Damien Hirst, Paul Cocksedge, Banksy, Sam Taylor-Wood e Martha Fiennes, hanno realizzato opere per il sito e l'installazione di Charles Pétillon è visitabile fino al 27 settembre 2015.