Un milione di sterline è il prezzo pagato per trasformare il piano di calpestio del Tower Bridge in una passerella completamente di vetro che promette un'esperienza vertiginosa a 42 metri di altezza sul Tamigi a Londra. Le acque del fiume scorrono veloci, il traffico di bus, auto e taxi sul ponte è regolare e le persone camminano disinvolte, tra loro e l'osservatore c'è il nulla: ecco l'ultima attrazione turistica di Londra, una camminata da vertigini sul Tower Bridge. Il costo? Appena 9 sterline.

La nuova passerella trasparente del Tower Bridge è posta tra le due torri che caratterizzano il ponte, è larga 1,8 metri e lunga complessivamente, per il momento, 11 metri, ma per dicembre è previsto un ampliamento del progetto. Cosa curiosa è il fatto che all'inaugurazione il 10 novembre 2014, gli ingegneri che si sono occupati della nuova pavimentazione hanno tenuto a precisare che l'opera è stata realizzata in modo tale che al di sotto non fosse possibile scattare una foto di una donna in gonna sulla passerella grazie alla particolare angolazione e allo spessore di 63 millimentri dei pannelli del ponte trasparente.

Il nuovo pavimento del Tower Bridge promette un'esperienza da capogiro grazie ad un piano completamente trasparente fatto da lastre di vetro che pesano 530 kg ognuna ma che consentono una vista completamente nuova sull'antico ponte. Dalla sua apertura nel 1894 questo è il cambiamento più significativo per il Tower Bridge, uno dei principali simboli di Londra, preceduto soltanto dal Big Ben, dal London Eye e da Trafalgar Square. Gli ingegneri hanno lavorato in modo da proteggere il leggendario sistema ingegneristico di apertura del ponte che ha resto il Tower Bridge il più famoso ponte al mondo.