Tutti abbiamo desiderato almeno una volta nella vita di avere un proprio posto, un luogo dove ritirarsi dal caos cittadino, dalla routine quotidiana, dove rilassarsi o trovare ispirazione e concentrazione per il lavoro. C'è chi questo sogno lo ha realizzato: è uno scrittore inglese di libri per ragazzi che vuole restare nell'anonimato ma ha commissionato lo studio britannico Weston, Surman & Deane di progettare una capanna nel suo giardino, lontano dal caos cittadino. Il rifugio per scrittore, questo il nome del progetto, è una capanna incantata nel retro di una villetta di Hackney, a Londra. "Il progetto risponde alla passione del cliente per la letteratura per bambini e mitologie. Lo spazio è concepito come un rifugio in città;", spiegano i progettisti, "una capanna da fiaba in fondo al giardino dove il cliente può ritirarsi e immergersi nel suo lavoro".

Un luogo incantato dove trovare ispirazione e concentrazione, ecco il rifugio dello scrittore nascosto in un giardino di Londra. È caratterizzato da una facciata retro-illuminata, in legno di cedro rivestito di ghiaia, che serve a creare un'atmosfera da fiaba. Dall'esterno è possibile scorgere un camino interno che riscalda l'ambiente, ma una volta dentro le pareti bianche in contrasto con il verde del giardino ed il legno, immergono lo scrittore in un'altra dimensione, lontano dal caos cittadino, dove può lavorare ai suoi libri per ragazzi. un grande lucernario esposto a nord inonda lo spazio di lavoro con la luce naturale. Una grande libreria si ramifica intorno alla stufa a legna, fornendo un pezzo centrale per il cliente dove conservare la sua biblioteca di libri. Si accede al rifugio attraverso una porta scorrevole vetrata che dà su una veranda coperta: uno spazio ideale per godersi il peggio del clima britannico.
<