Uno sciame di ape ha invase le strade di Londra. Al loro passaggio le persone generalmente sono infastidite o impaurite ma spesso ignoriamo la grande utilità nell'ecosistema di questi piccoli insetti che stanno vedendo sparire sempre più rapidamente i propri habitat naturali. Così, per sensibilizzare turisti e cittadini di Londra, lo street artist (che non ama essere definito così) Louis Masai ha realizzato una serie di murales lungo le strade di Brick Lane, in collaborazione con l'artista Jim Vision, dietro il grido Save the Bees.

Il progetto Save the Bees è stato realizzato tutto in una notte, proprio perché consiste in autentiche opere di street art illegali nate però allo scopo di lanciare un messaggio sociale. Durante la realizzazione degli sciami di api è stata installata anche una piattaforma da cui venivano distribuiti diversi semi di fiori selvatici forniti da Thompson e Morgan per ricreare su terrazze e balconi un habitat naturale per le api. I passanti incuriositi sono andati via portando con sé sacchetti di semi nelle loro mani "per piantare e fare la differenza, non importa quanto piccola, nel fornire un ambiente migliore per le api". Londra è solo una delle tappe del progetto Save the Bees cominciato quando Louis Masai è tornato dal Sud Africa e ha cominciato a ritrarre gli animali in via di estinzione fino ad interessarsi al Colony collapse disorder, il fenomeno della sparizione delle api operaie che implica un grave danno in quelle economie agricole dove le api ricoprono un ruolo fondamentale. Senza api molti dei nostri frutti preferiti, delle verdure e delle noci potrebbero scomparire dagli scaffali dei supermercati. Per comprendere una tematica così importante e delicata vi consigliamo di visitare alcuni dei lavori più affascinanti di Masai disponibili gratuitamente lungo le strade di Londra: