La fauna e la flora che vivono perfettamente insieme in simbiosi, a casa come succede nell'ecosistema naturale. È ciò che succede con Eva, il moderno mobile acquaponico da interni, progettato dal designer François Hurtaud, che unisce la possibilità di avere un orto e un acquario in un solo prodotto. Eva crea un ambiente in cui le piante possono senza sforzo e senza l'aiuto dell'uomo creando un rapporto simbiotico tra il pesce e la fauna al suo interno.

L'acquaponica è un metodo di agricoltura altamente sostenibile, che aumenta la produzione di colture rispetto all'agricoltura tradizionale, necessita di poca acqua e basso consumo energetico. "Il primo esempio di questa tecnologia siano gli Aztechi, che nel 1000 d.C. allevano piante su zattere sulla superficie di un lago", spiega il designer François Hurtaud che ha ideato Eva in cui "l'acquaponica si confronta con l'idroponica in quanto quest'ultima utilizza una soluzione formulata mentre la prima utilizza il pesce per fornire sostanze nutritive…Il rifiuto del pesce, ammoniacale, viene pompato fino al giardino dove il substrato di radici delle piante scompone l'ammoniaca in nitrati e nitriti. I primi nutrono le piante e le seconde diventano cibo in cambio del pesce, creando un circolo virtuoso". È così che funziona Eva, grazie ad un rapporto simbiotico perfetto tra il pesce e le piante. Ad esempio i piccoli edibili come i pomodorini crescono molto bene nel sistema acquaponico perché l'acqua di pesce è particolarmente ideale per i pomodori e fornisce il giusto livello di nutrienti per la crescita

EVA è stato progettato in modo che le diverse parti combacino semplicemente l'una con l'altra e lasciano che la gravità faccia tutto il lavoro, non sono necessari strumenti per il buon funzionamento del prodotto. L'orto-acquatico è perfetto in qualsiasi ambiente, che sia una casa, un ristorante, l'ufficio o il negozio. Sia il giardino che l'acquario condividono una comune fonte di luce a LED, che fluttua al centro del prodotto. Eva garantisce sempre cibo fresco, un luogo di ritrovo e fonte di luce piena di vita. Per il suo design è stata scelta inoltre una finitura satinata abbinata alle sfaccettature estruse perché ottimizzano la diffusione della luce: "La scelta di una finitura satinata ha due scopi.", continua il designer, "Uno è che il pesce e la pianta apprezzano è una sottile intimità. La seconda è che la delicata texture unita alle sfaccettature estruse migliorano la diffusione della luce. La fauna e la flora così come i loro osservatori godono di un'illuminazione omogenea tutt'intorno".