Un ospedale da campo completamente attrezzato che si costruisce in poche ore non è una speranza futura ma l'ultimo progetto dell'azienda italiana RI (Ricerca e innovazione), in Puglia, che si è aggiudicata l'appalto della NATO per costruire strutture ospedaliere ad alta tecnologia ed ecosostenibili per l'esercito italiano. La necessità emersa prima dello scoppio dell'epidemia era quella di aumentare e modernizzare le attrezzature militari da campo, utilizzate nelle missioni autorizzate dal Ministero della Difesa italiano. Inizialmente il progetto sarebbe dovuto essere consegnato per l'inizio del 2021, ma a causa dell'emergenza sanitaria nazionale, l'ospedale della RI sarà completato entro la fine del 2020 per fornire maggiori aiuti in caso di esigenze simili a quelle che stiamo vivendo.

La società italiana RI Group ha vinto una gara internazionale lanciata da NSPA. L'ospedale da campo "chiavi in mano" dovrà comprendere un'area di triage, pronto soccorso, laboratori di raggi X e ultrasuoni, una sala di preparazione chirurgica, aree di operazione e ricovero, una farmacia e altre funzioni mediche necessarie. La società pugliese, in collaborazione con l'ENEA e altri partner, si è aggiudicata l'appalto con un progetto che utilizza alta tecnologia e soluzioni ecosostenibili. Entro il 2020 saranno costruiti quattro ospedali hi-tech da campo, destinati all'esercito italiano, e in consegna in anticipo a causa dell'emergenza COVID-19. "Siamo molto orgogliosi di questo premio, per il quale abbiamo gareggiato con i principali attori europei", dichiara Giovanni Violante, Direttore Generale del RI, "Lavoriamo da oltre trent'anni nel settore della progettazione e sviluppo di sistemi di costruzione modulari – rifugi tecnologici – attrezzature logistiche; il nostro core business è la costruzione di interi composti per uso civile e militare con la formula "chiavi in ​​mano", supportati da importanti investimenti in programmi di ricerca e sviluppo di nuovi materiali, nuove tecnologie e soluzioni di design innovative ed ecologiche.".

L'ospedale da campo userà materiali avanzati ed ecosostenibili, pronti per l'uso in poche ore, che possono essere assemblati senza la necessità di personale specializzato, in modo da garantire che  servizi funzionino efficacemente in situazioni di emergenza come quella che stiamo vivendo. Le soluzioni ecosotenibili adottate prevedono materiali vegetali locali, come la canapa, o di origine animale (lana di pecora) e trattati con sostanze naturali per aumentare la resistenza a muffe e funghi;. Le soluzioni di alta tecnologia assicurano i migliori livelli di salubrità e comfort.