C'è grande attesa per l'inaugurazione della nuova boutique monomarca di Louis Vuitton a Osaka che accoglierà il pubblico di curiosi il 1° febbraio 2020. La vera notizia riguarda però l'affacciarsi del marcio di lusso francese, per la prima volta nella storia, al mondo culinario con l'apertura del suo primo caffé e ristorante all'ultimo piano dello store di Osaka. Il servizio sarà offerto a partire dal 15 febbraio 2020 con un menu del famoso chef giapponese Yosuke Suga, reduce dal successo del suo ristorante Suga a Tokyo, classificato al 47esimo posto come miglior ristorante al mondo.

Louis Vuitton apre a Osaka il suo primo café ristorante del mondo. Sorgerà all'ultimo piano della nuova boutique monomarca. L'edificio, progettato dall'architetto Jun Aoki per la facciata e Peter Marino per gli interni, si sviluppa su quattro piani con una terrazza di dimensioni generose all'ultimo livello. La caffetteria e il ristorante, soprannominati Le Café V e il Sugalabo V, sono nati in collaborazione con lo chef giapponese Yosuke Suga. Secondo le immagini condivise dal marchio di lusso francese e dalle foto già condivise su Instagram, lo store è caratterizzato da una facciata che ricorda le vele fluttuanti. Come in facciata, anche gli interni della boutique sono ispirati al tema nautico che deriva dalla storia di Osaka come città portuale. Questa suggestione si ritrova nei pavimenti in legno che ricordano i ponti, nonché nelle colonne e nei soffitti ispirati agli yacht. Le vele della facciata evocano le navi da carico tradizionali Higaki-Kaisen. Il ristorante, con cucina a vista, servirà solo la cena. Questo spazio è nascosto dietro una porta segreta, e può ospitare solo un piccolo gruppo di commensali.

L'apertura del Café V e del Sugalabo V fa parte del piano di espansione del gruppo LVMH nel settore dell'ospitalità, della ristorazione, vacanze e altre esperienze di lusso. L'apertura del Blue Box Cafe di Tiffany e degli oltre 46 hotel di lusso Belmond Ltd. sono un esempio di tali investimenti. "Pensiamo che il cosiddetto lusso esperienziale sia qualcosa che sarà importante in futuro" , ha dichiarato Jean-Jacques Guiony, direttore finanziario di LVMH. "Secondo il più recente Altagamma Worldwide Luxury Market Monitor di Bain & Co., la spesa per cibo gourmet e cucina raffinata è cresciuta del 6% nel 2019 in costante scambio, superando i beni di lusso personali, che hanno registrato un aumento del 4%. La spesa per crociere di lusso ha guadagnato il 9 percento, jet privati e yacht il 5 percento e vini pregiati e alcolici il 5 percento, afferma il rapporto". Il primo caffè e ristorante Louis Vuitton segue appunto questa direzione.