Nell'iconico Jersey Shore, in New Jersey, c'è un elefante di legno alto 20 metri di nome Lucy. Lucy the Elephant è il più antico esempio sopravvissuto di architettura zoomorfa sulla Terra che, durante la sua lunga vita, è stato usato come ufficio immobiliare, ristorante e casa privata. Ora che sta per avvicinarsi il suo 139° compleanno, il famoso pachiderma è pronto ad assumere ancora un altro ruolo, quello di uno degli Airbnb più bizzarri della regione.

Dal 5 marzo 2020 è possibile trascorrere un soggiorno in Lucy the Elephant. L'iconico pachiderma è infatti un edificio di sei piani in cui, grazie alla piattaforma di Airbnb, si potrà soggiornare nelle notti del 17, 18 e 19 marzo al costo di $ 138 a notte. Al suo interno Lucy nasconde una spaziosa camera da letto per due persone, con arredi vittoriani, vari servizi e una vista unica sullo skyline e sull'oceano di Jersey. L'ingresso nell'iconico pachiderma avviene dalle zampe posteriori e si accede all'interno attraverso una scala a chioccola che attraversa le viscere di Lucy.

Ogni anno sono circa 132.000 i visitatori di Lucy the Elephant, eppure il famoso pachiderma, oggi considerato un monumento nazionale, ha avuto una storia travagliata. Costruito nel 1881 a Margate, nel New Jersey, una località balneare a circa cinque miglia a sud di Atlantic City, Lucy è stato creato dalla mente dell'eccentrico speculatore James V. Lafferty, Jr, che ha investito nella sua costruzione 30.000 dollari. La bizzarra struttura doveva fungere da attrazione turistica con vista impareggiabile sullo skyline e sull'oceano di Jersey. Quando tuttavia Lafferty iniziò ad avere problemi finanziari, fu costretto a vendere l'elefante a privati. Sotto la proprietà della famiglia Gertzen, il pachiderma di legno fu trasformato in un ufficio immobiliare, poi in un ristorante, quando acquisì il nome di "Lucy", e infine nella casa privata per una famiglia di sei persone.

Negli anni Sessanta Lucy vessava in gravi condizioni di degrado che portarono la città a volere la sua demolizione. Grazie a un comitato di cittadini disposti a salvare Lucy, "Save Lucy Committee", si sono riusciti a raccogliere fondi per ristrutturare la struttura e trasformarla in un punto di riferimento nazionale. Save Lucy Committee si è fatto promotore dell'iniziativa di Airbnb consentendo a tre fortunati ospiti e i loro amici di soggiornare all'interno di Lucy the Elephant, "uno dei primi e unici punti di riferimento storici nazionali ora su Airbnb".

In occasione di questo soggiorno, Airbnb farà una donazione a Save Lucy Committee per permettere alle generazioni future di visitare Lucy: "Durante il loro soggiorno su Airbnb, gli ospiti verranno trasportati indietro nel tempo all'inizio del XX secolo, quando Lucy fu brevemente convertita in una casa per le vacanze estive.", si legge sul sito di Airbnb, "I suoi interni sono stati decorati nel classico stile vittoriano per assomigliare a come quella casa avrebbe potuto apparire nel 1902 – poco prima di aprirsi come attrazione turistica dove i visitatori potevano visitare l'interno arredato di "The Elephant House" per soli 10 centesimi".