Nel 1980, YKK, il più grande produttore di cerniere del mondo aveva chiesto all'architetto giapponese Fumihiko Maki di realizzare la sua casa immersa nel paesaggio naturale a Kurobe, una città in Giappone nella prefettura di Toyama. La casa è ormai un'icona dell'architettura giapponese degli anni Ottanta. Si chiama Maezawa garden house e sorge in un grande parco dove è stato realizzato anche un palco per eventi che nel 2019 ospiterà le Olimpiadi teatrali. Lo studio APL design workshop (APLdw) ha lavorato sull'incredibile palco trasformandolo in un padiglione per gli spettacoli che sembra scomparire nella fitta vegetazione circostante.

Il padiglione per le Olimpiadi teatrali 2019 in Giappone consiste in una struttura retta da 17 alberi e nove tubi d'acciaio. La costruzione risulta così leggera e ricoperta di vegetazione che sembra scomparire nel paesaggio circostante. La struttura fata di alberi e tubi di acciaio permette un ampio spazio interno dove la luce filtrata tra gli alberi crea giochi suggestivi. Kurobe è una città giapponese spesso colpita dai terremoti, così il palcoscenico, già costruito negli anni Ottanta, è stato ricostruito rendendo più solidi i tubi. Inoltre ogni inverno, per evitare che la struttura sia gravata dal peso della neve e possa crollare in caso di scosse sismiche, viene smantellato e rimontato per gli eventi dell'estate.

"Louis Khan una volta disse che le scuole probabilmente hanno avuto inizio con un uomo sotto un albero e attorno a lui le persone che ascoltavano le parole della sua mente ", dice il laboratorio di progettazione APL, ‘un albero può creare un luogo di incontro in qualsiasi parte del mondo. la natura selvaggia di un albero può anche dotare un luogo di spirito. coloro che trascorrono un po ‘di tempo nel pergolato di fiori bianchi sperimenteranno così il vero senso di "convivenza con la natura" tramandata dai tempi antichi e le loro espressioni si ammorbidiranno ".