Può sembrare una follia o una contraddizione che una casa di ghiaccio mantiene più caldi ma è proprio l'invenzione di uno studio di architettura italiano, Elasticospa, che ha progettato la Maison Glacè, una casa unifamiliare che usa il ghiaccio per isolare gli interni. Al posto del tradizionale cappotto isolante di un'abitazione, la casa di Elasticospa a Toronto si mantiene più calda grazie a una crosta di ghiaccio che si accumula nei primi giorni freddi dell'inverno canadese creando una barriera verso l'esterno.

Usare il freddo per proteggere dal freddo è una soluzione innovativa. Il progetto è stato pensato per un'abitazione di Toronto che vive mesi invernali caratterizzati da temperature molto rigide. Così lo studio di architettura Elasticospa ha ideato una casa che usa il ghiaccio per proteggere gli interni della residenza dal freddo e dai venti del vicino lago Ontario. "Ci deve essere una differenza tra costruire a Torino e costruire a Toronto, due città con persone diverse, diversa geografia, tempo e temperature.", si sono chiesti gli architetti italiani, "Parliamo molto di risparmio energetico e sostenibilità e spesso ci riferiamo a scelte che sono puramente tecniche e ci riferiamo a materiali che possiamo controllare attraverso la tecnologia. Che cosa succede se proviamo a rifiutare la risposta automatica concentrandoci sulle qualità specifiche o sulle dis-qualità di un luogo e cerchiamo di usarli per creare un edificio migliore che appartenga veramente al suo posto? La Maison Glacé è un esperimento con il quale intendiamo collegare l'edificio all'ambiente circostante attraverso uno dei principali caratteri associati alla città di Toronto: il freddo".

La Maison Glacé si è aggiudicato il Visioning Award dell’Archmarathon, nella sezione "Future Building". Il progetto di Elasticospa è stato premiato per l'innovativa e avanguardistica soluzione offerta alle difficili condizioni climatiche. Tal caratteristica è fondamentale soprattutto tenendo in considerazione dei drastici cambiamenti climatici del futuro. L'idea è stata quella di creare un cappotto esterno di isolamento con un materiale in grado di ghiacciarsi nei primi mesi più freddi dell'inverno e di mantenere gli interni più caldi. Maison Glacé è un caso di studio che verrà testato nelle regioni settentrionali del Canada.