111 CONDIVISIONI
26 Ottobre 2021
12:28

“Mamma ho perso l’aereo” in versione LEGO, per i nostalgici dei film di Natale anni ’90

È in arrivo negli store LEGO il regalo perfetto per i nostalgici degli anni Novanta. Dall’1 novembre sarà infatti disponibile il set dedicato al popolarissimo film “Mamma ho perso l’aereo”: si tratta di una riproduzione fedele non solo dei personaggi, ma anche della casa, tutto curato in ogni minimo dettaglio.
A cura di Giusy Dente
111 CONDIVISIONI

Ci sono poche certezze nella vita, ma una di queste è che a Natale in tv viene trasmesso ogni anno Mamma ho perso l'aereo! Uscito nel 1990, è un vero e proprio cult per le sue citazioni, per i suoi improbabili personaggi, per il poster originale della pellicola, un'indimenticabile Kevin, interpretato da Macaulay Culkin, che richiama la stessa espressione terrorizzata de L'urlo di Edvard Munch. Molte delle scene rimaste maggiormente impresse nella memoria collettiva sono ambientate dell'abitazione del ragazzo, che diventa una sorta di gigantesca trappola per gli imbranati ladri intenzionati a fare una rapina al suo interno. Proprio quella casa è diventata oggetto di un progetto LEGO che sta per vedere la luce. Dall'1 novembre, infatti, sarà in vendita una riproduzione fedelissima, pronta per essere regalata ai nostalgici degli anni Novanta e scartata sotto l'albero.

Sotto l'albero, la casa di Mamma ho perso l'aereo

Ci sono proprio tutti, nella fedele riproduzione progettata da LEGO: non solo ci sono i personaggi principali di Mamma ho perso l’aereo, ma anche la casa dove buona parte della vicenda si svolge. Si tratta di un’idea pensata per i tanti fan del film anni Novanta, che magari oggi sono grandi ma non hanno mai smesso di subire il fascino di quella pellicola. Riguardarla ogni Natale è quasi un rito! L’intero set comprende 3.955 pezzi (è uno dei più grandi mai creati) e sarà in vendita anche in Italia, a partire dall’1 novembre al prezzo di 249,99 euro.

Instagram @lego
Instagram @lego

Oltre a Kevin, nel set di minifigure ci sono i rapinatori Harry e Marv, il vecchio Marley e la mamma di Kevin, Kate. La casa è strutturata su più livelli: c'è il piano terra e il primo piano, con tanto di seminterrato e soffitta. Le pareti e il tetto sono stati realizzati in modo da aprirsi, per rivelare gli interni e rendere l'esperienza ancora più completa e realistica. I designer hanno pensato davvero a tutto, a ogni più piccolo dettaglio: c'è la lozione dopobarba della famosa scena dell'urlo in bagno, c'è la tarantola di Buzz, ci sono i barattoli di vernice usati contro i due ladri. E nel set ci sono anche la casa sull'albero e il furgone dei due delinquenti.

Instagram @lego
Instagram @lego

Il designer Antica Bracanov ha commentato: "Dare vita alla casa è stato molto divertente. Ho pensato a ogni aspetto, dalla disposizione delle stanze all'uso del colore e naturalmente ai dettagli del film per renderla immediatamente riconoscibile". E il desiner Alex Storozhuk ha aggiunto, come si legge sul sito ufficiale del brand: "Proprio come ogni bambino degli anni '90 sono cresciuto guardando questo film e occupa un posto molto speciale nel mio cuore. Non riesco nemmeno a immaginare le vacanze senza di essa. Questo film è molto nostalgico e fa riaffiorare quei caldi ricordi d'infanzia ogni volta". C'è da aspettarsi che accadrà lo stesso anche ai fortunati che troveranno il set sotto l'albero!

111 CONDIVISIONI
Le meravigliose immagini a colori della tigre della Tasmania estinta: restaurato video di 90 anni
Le meravigliose immagini a colori della tigre della Tasmania estinta: restaurato video di 90 anni
20.196 di Scienze Fanpage
La Fontana di Trevi in versione Lego: 20.000 mattoncini per ricreare il simbolo di Roma
La Fontana di Trevi in versione Lego: 20.000 mattoncini per ricreare il simbolo di Roma
Il leggendario Fao Schwarz apre a Milano: com'è fatto il più famoso negozio di giocattoli al mondo
Il leggendario Fao Schwarz apre a Milano: com'è fatto il più famoso negozio di giocattoli al mondo
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni