È confermato ormai che il contatto diretto con superfici di ogni genere favorisca la diffusione del Coronavirus. E in un periodo storico in cui la pandemia globale non sembra vedere un effettivo termine di risoluzione, qualsiasi idea in grado di ridurre i rischi e quindi contenere l'emergenza è ben accetta. Così l'azienda di stampa 3D Materialise ha creato un'apriporta a mani libere che elimina il contatto diretto con le maniglia in modo da evitare la diffusione del COVID-19.

Le maniglie delle porte sono le superfici più pericolose, nelle case, negli ospedali, nelle fabbriche e nelle case di riposo, perché sono infestate da germi e facilitano la diffusione dei virus come il COVID19. Materialise ha ideato una maniglia che permette di aprire le porte a mani libere in modo da ridurre la diffusione del coronavirus: "Lavoriamo insieme per fermare la diffusione!", così l'azienda ha presentato il suo progetto realizzato in 3D che è ha condiviso anche gratuitamente con il mondo e chiunque fosse intenzionato a stampare. L'apriporta a mani libere stampato in 3D di Materialise elimina il contatto diretto con la maniglia della porta in modo da limitare la diffusione del virus.

Materialise è pioniere belga della stampa 3D ed è grazie ad una stampante 3D che è riuscita a creare una maniglia che permette di aprire e chiudere le porte con il braccio, che in questo modo impedisce il contatto diretto con le porte. Le maniglie delle porte, secondo gli esperti, sono tra le principali fonti di contaminazione perché sulle superfici resistono i germi e il COVID19 ha un tempo di permanenza anche superiore rispetto ad altri virus. L'apriporta stampato in 3D Materialise viene fissato alle maniglie delle porte già esistenti, come se fosse una loro estensione a forma di paletta, che permette di non usare le mani.

Non necessitano fori o sostituzioni di maniglie delle porte esistenti per applicare l'apriporta di Materialise. Al momento, il primo prototipo di apriporta a mani libere condiviso è per maniglie cilindriche ma l'azienda presto prevede di introdurre ulteriori progetti universali. Inoltre il progetto è stato condiviso gratuitamente in modo da far beneficiare tutti del prodotto: basta avere una stampante 3D, scaricare il disegno e stamparlo in poche ore. “Rendendo il design disponibile in modo digitale, può essere prodotto su stampanti 3D ovunque e diventare disponibile in tutto il mondo nel giro di poche ore. In questo caso, abbiamo progettato il prodotto in Belgio e le persone in Cina, Europa o Stati Uniti possono ora stampare in 3D l'apriporta localmente ”. Se non si ha accesso ad una stampante 3D, l'apriporta Materialise può essere ordinato sul portale i.materialise, al costo di 40 euro, ed arriverà in un kit di due modelli, compresi di viti, e pronti per l'utilizzo.

Non solo maniglie

Materialise non ha creato solo la maniglia per porte a mani libere per limitare la diffusione del COVID19: "Come parte della nostra missione di creare un mondo migliore e più sano, vogliamo rendere ancora più sicure le esperienze di acquisto di generi alimentari durante la pandemia COVID-19. Gli esperti ritengono che il coronavirus che causa COVID-19 possa sopravvivere sulle superfici per un tempo prolungato, il che significa che oggetti spesso toccati, come le maniglie del carrello, rappresentano un alto rischio di contaminazione…Il nostro team di progettazione e ingegneria ha sviluppato un bracciolo che consente agli acquirenti di spingere e guidare il carrello con gli avambracci, eliminando la necessità di toccare la maniglia".  Oltre alal maniglia che permette di aprire e chiudere le porte senza usare le mani, Materialise ha lanciato anche il bracciolo che consente di spingere e spostare il carrello della spesa usando solo il braccio, ovviamente coperto da maglie e giacconi, in modo da evitare il contatto diretto con le superfici.