Legend Point è il nome della residenza di Michael Jordan di Highland Park, in Illinois. Comprende 56.000 metri quadrati di spazio abitabile, con 9 camere da letto, 15 bagni completi e, come ci si potrebbe aspettare da questa leggenda del basket, un regolamentare campo da basket NBA, il tutto circondato da un'area naturale di 150 sempreverdi, creando spazio di rispetto e di privacy senza pari.

La proprietà, a circa 23 miglia a nord di Chicago, sorge su un terreno di 7,39 ettari. Dopo aver tentato senza successo di vendere la villa a 29 milioni dollari nel febbraio 2012 e aver abbassato il prezzo di 8000 mila dollari la scorsa estate, il 22 novembre Legend Point sarà venduta all'asta e per partecipare è sufficiente un deposito di 250 mila dollari.

L'ingresso al santuario privato di Michael Jordan è caratterizzato da un grande cancello su cui campeggia il numero 23, un tempo sulla maglia del campione dei Chicago Bulls. Questa residenza riccamente arredata rievoca tempi passati, con un salone da biliardo, 5 camini, una grande biblioteca al piano superiore, un salone di bellezza e una sala sigari (con obbligatoria walk-in humidor). All'interno include le porte originali della Playboy Mansion di Chicago.

La casa comprende nove camere da letto dotate tutte di ampi armadi e bagno interno. La master suite è una camera da 504 metri quadrati, con una parete curva vetrata che guarda al paesaggio. La camera da letto condivide un camino con un salotto privato e un bagno padronale. La cucina principale contemporanea è un capolavoro di design e funzionalità con un'isola centrale ventilata con piano cottura Gaggenau, elettrodomestici Sub-Zero, forni a doppia convezione e due lavastoviglie. La cucina è collegata direttamente alla sala da pranzo: una bella e ariosa stanza rotonda inondata di luce naturale che si apre su una terrazza per mangiare all'aperto.

Elegante e costellata di servizi di fascia alta, la residenza Jordan fornisce anche una dependence per i suoi ospiti con tre camere da letto. Ogni camera degli ospiti dispone di un bagno interno e arredamento raffinato, un ingresso separato, e tutte affacciano su uno spazio all'aperto creano un livello senza pari di serenità, privacy e intimità. Il padiglione piscina, costruito nel 2009, collega l'abitazione principale con l'ala ospite. Il design è uno schianto: un tettuccio elettrico a scomparsa con il semplice tocco di un pulsante è in grado di trasformare la stanza chiusa in una straordinaria esperienza d'interazione tra interno ed esterno.

Highland Park vanta alcune delle case più belle ed esclusive della regione. Il terreno era stato acquistato da Jordan nel 1991, qui aveva costruito su misura la casa ed vi si era trasferito nel 1994. La maggior parte della residenza è stata ristrutturata nel 2011 con specifiche tecniche dello stesso Michael Jordan come per il campo da basket: pavimenti in legno appositamente ammortizzati e illuminazione ad alta intensità. L'impianto sportivo comprende anche un sistema audio personalizzato con altoparlanti appositamente sintonizzati per lo spazio di platea.

Adiacente al campo da basket ci sono spogliatoi e docce, oltre a una sala circolare con comode sedie in pelle e un built-in HDTV. La sala vanta una vetrata d'osservazione che permette agli spettatori di affacciarsi e di godere comodamente dell'azione sul campo da basket. La palestra si apre ad ulteriori aree ricreative all'aperto come il campo da tennis e il putting green. Per garantire la privacy dalla casa principale, l'impianto ha un ingresso separato e un vicino parcheggio.

Eppure questa splendida villa non si adatta più allo stile di vita del campione mondiale di basket, che afferma di voler cambiare perchè "I miei figli sono cresciuti e ora non ho bisogno di una grande casa a Chicago". Possiamo quindi solo augurargli una buona vendita.