Le docce portatili sono indispensabili per tutti coloro che partono per vacanze in campeggio o in camper, avventurose escursioni, o che praticano il trekking e non hanno una doccia a disposizione per lavarsi. Ma non solo. Sono strumenti versatili e si rivelano molto utili anche per chi vuole rinfrescarsi dopo una giornata trascorsa al mare o in barca o dopo una corsa in bicicletta. Anche chi guida i camion, e che spesso si ritrova a fare soste in aree non attrezzate, le utilizza per lavarsi dopo una giornata di lavoro.

I modelli disponibili in commercio, con o senza serbatoio, possono essere manuali, in questo caso l'acqua viene pompata a mano o con il piede, o elettrici. Questi ultimi funzionano attraverso una presa di corrente da 12V e sfruttano l'elettricità derivante dall'accendisigari dell'auto.

Specifichiamo che entrambi questi modelli non sono capaci di riscaldare autonomamente l'acqua. Per chi preferisce fare una doccia calda quando non si ha una normale doccia a disposizione deve acquistare una doccia portatile solare con sacca, che riscalda l'acqua utilizzando i raggi del sole.

Le 8 migliori docce portatili del 2020

Di seguito troverete una lista contenente le migliori docce portatili di quest'anno. Abbiamo selezionato i prodotti che hanno ricevuto il maggior numero di recensioni positive dagli utenti che hanno acquistato online.

Signstek elettrica con lunga autonomia

La doccia portatile elettrica di Signstek con sistema a pompa è molto facile da utilizzare perché occorre semplicemente inserirla nell'acqua ed accendere il dispositivo. Una delle sue caratteristiche è la lunga durata, da un minimo di 40 fino ad un massimo 80 minuti, grazie alla batteria al litio incorporata con un'ottima autonomia. Le dimensioni compatte e la leggerezza consentono di trasportarla facilmente ovunque, permettendo di fare la doccia in campeggio o in luoghi all'aperto. Si ricarica tramite connessione USB e dispone di un sistema di filtraggio che pulisce l'acqua.

Pro: è presente un supporto a ventosa e un gancio che permettono di appendere il soffione a qualsiasi superficie.

Contro: tutti gli utenti Amazon si ritengono soddisfatti dell'acquisto.

Laserbeak con batteria ricaricabile

Il modello proposto da Laserbeak è dotato di una batteria ricaricabile incorporata da 4800mAh. Prevede la possibilità di poter regolare il flusso dell'acqua su due livelli, in modo tale da poter ottenere il getto d'acqua desiderato. Inoltre un indicatore luminoso indica lo stato della batteria in modo tale da evitare di restare senza acqua. Anche questo prodotto si ricarica comodamente tramite connessione USB e dispone di un sistema di un sistema di filtraggio incorporato che rende l'acqua pulita. Pesa solo 549 grammi ed è molto facile da trasportare.

Pro: la presenza di una pratica valvola di arresto permette di risparmiare acqua e, ad esempio, di insaponarsi senza sprecarla.

Contro: il tempo necessario per ottenere una carica completa è leggermente lungo.

Freshower a pressione con serbatoio

La doccia da campeggio di Freshower è un modello a pressione dotato di un serbatoio con una capacità di ben 7 litri. Si tratta di un prodotto perfetto da utilizzare all'aria aperta, quando il caldo diventa insopportabile e si ha la necessità di rinfrescarsi. Le sue dimensioni compatte (19 cm x 19 cm x 41 cm) e il peso di soli 1.59 Kg permettono di trasportarla senza difficoltà, mentre la presenza di un'impugnatura ergonomica agevola la presa anche se si hanno le mani bagnate. Buono anche il rapporto qualità/prezzo.

Pro: dispone di un tubo lungo ben 1.8 metri che concede ampia libertà di movimento.

Contro: alcuni utenti hanno trovato il montaggio un po' complicato e le istruzioni poco intuitive.

Qdreclod con dimensioni compatte

Per ci cerca una doccia portatile dalle dimensioni compatte e non ingombranti il modello realizzato da Qdreclod è l'ideale. Tra le sue principali caratteristiche segnaliamo la presenza dell'interruttore ON/OFF che permette di interrompere e riprendere il flusso dell'acqua evitando gli sprechi. Si tratta di un modello elettrico che si ricarica tramite porta USB, perfetto per il campeggio perché leggero e, di conseguenza, facile da trasportare. Anche il montaggio e l'installazione non risultano complessi.

Pro: dispone di un soffione con 45 fori, di un tubo flessibile lungo ben 2,5 m e di un sistema di filtraggio dell'acqua che la rende sempre pulita.

Contro: questo modello ha soddisfatto tutte le aspettative degli utenti che lo hanno acquistato ed utilizzato.

Qeedo doccia portatile a pompa

Dotata di un serbatoio con una capacità di ben 11 Litri, sufficienti per fare una doccia lunga 5 minuti, il modello a pompa di Qeedo si rivela molto versatile, perfetto non solo per il campeggio, ma anche per lavare gli animali domestici, sciacquarsi dopo una giornata in spiaggia o per chi fa una sosta dopo un lungo viaggio. Può essere utilizzata anche a mano, grazie al tubo lungo ben 200 cm e al soffione che concede un getto costante. Risulta molto facile sa trasportare grazie all'impugnatura ergonomica.

Pro: è una doccia da esterno molto pratica e facile da riempire, realizzata con materiali robusti e resistenti.

Contro: non emergono particolari criticità dall'utilizzo di questo prodotto.

Asanmu doccia da campeggio solare

La doccia da campeggio solare di Asanmu è indicata per tutti coloro che preferiscono fare una doccia calda a fine giornata. È formata da una borsa nera in PVC con una capacità di ben 20 Lche assorbe l’energia solare utile per riscaldare in modo efficace l’acqua contenuta al suo interno. Per ottenere acqua calda occorre semplicemente lasciare la sacca piena per circa 3 ore esposta ai raggi del sole. Grazie alla pratica maniglia la sacca può essere appesa comodamente ovunque, anche ai rami degli alberi. Il soffione della doccia dispone del meccanismo ON/OFF e di flusso d'acqua regolabile.

Pro: la sacca in PVC, quando è vuota, può essere comodamente piegata, occupando poco spazio.

Contro: alcuni utenti Amazon raccomandano di chiudere bene il rubinetto per evitare piccole perdite d'acqua.

Deuba senza serbatoio

Una doccia portatile da campeggio molto pratica è questa senza serbatoio di Deuba. Si tratta di un modello basico dall'ottimo rapporto qualità/prezzo e che si rivelerà molto utile non solo per lavarsi in campeggio, ma anche da utilizzare in casa. Tra le sue principali caratteristiche segnaliamo la presenza di un tubo lungo ben 5 metri che offre un'ampia libertà di movimento. Dispone di un soffione che consente di regolare il getto d'acqua e funziona attraverso un attacco 12 V che è possibile collegare all'accendisigari dell'automobile.

Pro: sul doccino è presente il comodo pulsante per l'accensione e lo spegnimento, utile per evitare gli sprechi d'acqua.

Contro: la pompa ha un diametro leggermente più grande rispetto a quello di altri modelli e potrebbe far fatica ad entrare nelle classiche taniche.

Claber doccia da esterno

Leggera, facile da assemblare ed economica, la doccia da esterno di Claber si rivela perfetta per tutti coloro che vanno in campeggio che vogliono fare una doccia comoda senza perdere troppo tempo per montarla e senza riscontrare difficoltà. Infatti, si compone di tre elementi in alluminio che si assemblano facilmente ed è regolabile in altezza. Per funzionare deve essere attaccata ad un tubo idraulico: da quel momento sarà possibile fare una doccia per tutto il tempo che occorre senza problemi.

Pro: la presenza di un comodo rubinetto, utile per aprire e per chiudere l'acqua, consente di regolare il flusso d'acqua, evitando inutili sprechi.

Contro: la struttura potrebbe rivelarsi poco stabile nel caso in cui ci fossero forti folate di vento.

Come scegliere la migliore doccia da campeggio

Per scegliere la migliore doccia da campeggio occorre tenere in considerazione le tipologie disponibili,  il peso e le dimensioni, la capacità del serbatoio, le modalità di riscaldamento dell'acqua, i materiali, il soffione, la presenza del tasto ON/OFF e la vicinanza ad una fonte d'acqua. 

Tipologie

I modelli di docce portatili disponibili sul mercato sono quelli solari con sacco, quelli elettrici, quelli a pompa o a pressione e quelli con dimensioni compatte.

  • Docce portatili da campeggio solari: sono formate da una sacco o da una tanica, generalmente in PVC nero, che durante il giorno deve essere posizionata all'esterno in modo tale da poter attirare i raggi solari. L'acqua contenuta all'interno del recipiente si riscalderà, in modo tale da concedere a fine giornata una doccia calda con una temperatura gradevole. Lo svantaggio di questo modello consiste nel fatto che la sua efficacia dipende molto dalla temperatura esterna: se fa troppo caldo, infatti, l'acqua si riscalderà troppo, mentre se il sole è assente non sarà possibile fare una doccia calda. In questa categoria rientrano anche le docce solari montate sul veicolo: occorre semplicemente montare la sacca o la tanica sul tetto del veicolo per riscaldare l'acqua contenuta all'interno.
  • Docce portatili elettriche: sono delle alternative alle docce portatili solari con sacco. Si tratta di modelli muniti di serbatoio e che funzionano tramite batterie al litio ricaricabili da 12 V, gas o che devono essere alimentati attraverso l'accendisigari del camper o dell'automobile. Il loro principale vantaggio consiste nella possibilità di poter ottenere un getto d'acqua regolabile proprio grazie alla pressione. Lo svantaggio, invece, è quello di poter essere utilizzate solo nelle vicinanze della propria autovettura nel caso in cui occorra l'accendisigaro per alimentarle.
  • Docce portatili da campeggio a pompa o a pressione: le docce da campeggio a pompa o a pressione sono molto comode e facili da utilizzare, anche se hanno lo svantaggio di non poter riscaldare l'acqua. Il suggerimento, quindi, è quello di inserire l'acqua già calda o a temperatura ambiente. Si tratta di modelli molto semplici che non funzionano tramite batterie o alimentazione elettrica ma tramite un serbatoio a pressione che può essere esercitata a mano o con il piede.
  • Docce portatili compatte: tra le tipologie indicate fino a questo momento le docce portatili dalle dimensioni compatte e non ingombranti sono sicuramente le più indicate per chi parte per una vacanza avventurosa o per affrontare un lungo periodo in campeggio. Sono le più economiche presenti in commercio perché sono semplici, piccole e dotate di un meccanismo di funzionamento molto semplice. Ovviamente non riscaldano l'acqua, che bisogna inserire alla temperatura desiderata per la doccia.

Serbatoio

Oltre al peso e alle dimensioni, anche la capacità del serbatoio è una caratteristica de tenere fortemente in considerazione prima di acquistare una doccia portatile. Anche in questo caso tutto dipende dalle esigenze personali. Per chi viaggia con la famiglia è necessario sceglierne una con un serbatoio grande, mentre per chi è in coppia o da solo anche uno piccolo può andare bene. Occorre semplicemente tener presente che la grandezza del serbatoio è direttamente proporzionale al peso: più sarà grande, più sarà pesante. Questo fattore dipende anche dalle tipologie: quelli a pompa, che hanno un serbatoio rigido, sono generalmente meno capienti, mentre quelli solari, che hanno un socco o una tanica in PVC che possono essere piegati, hanno una capacità maggiore.  Per quanto riguarda i modelli elettrici, invece, che vanno inseriti direttamente all'interno dei recipienti, la capacità del serbatoio è una caratteristica irrilevante. Per dare un'indicazione approssimativa possiamo affermare che per una sola persona possono bastare 20 L, mentre per una coppia il doppio.

Specifichiamo che, come detto all'inizio di questa guida, oltre ai modelli con serbatoio è possibile acquistare anche delle docce portatili senza serbatoio. Questi modelli necessitano di una rete idrica per funzionare e sono consigliati per tutti coloro che partono per una vacanza in campeggio o per un'escursione in cui si prevede di partire da soli, o al massimo in coppia, con pochi bagagli al seguito. Infatti, l'assenza del serbatoio permette di recuperare spazio, di inserirle anche in uno zaino, e le rende più leggere, tre caratteristiche che facilitano il trasporto, anche in condizioni estreme. Ovviamente i modelli senza serbatoio sono sconsigliati per le famiglie o per chi sa che andrà in luoghi lontani da fonti d'acqua naturali o da reti idriche.

Peso e dimensioni

Se si decide di utilizzare le docce portatili per una vacanza, per il campeggio o per praticare il trekking, è fondamentale scegliere un modello che possa essere trasportato, maneggiato e sollevato senza problemi. Il motivo è facilmente intuibile: tra i bagagli da dover caricare in automobile, e da portare in giro per diverse mete, è preferibile sceglierne uno che non occupi troppo spazio e che possa entrare comodamente anche in uno zaino, in modo tale da risparmiare spazio all'interno del bagagliaio. Stesso discorso vale per il peso: ovviamente, un modello leggero sarà più facile da trasportare. Questo fattore deve essere valutato principalmente da tutti coloro che vogliono acquistare una doccia portatile da campeggio con serbatoio. Più il serbatoio sarà grande, infatti, più la doccia sarà difficile da maneggiare e da sollevare.

In ogni caso tutto dipende dalle esigenze personali. Come detto all'inizio di questo paragrafo per un viaggio on the road è meglio optare per un modello pratico e leggero, mentre per chi va in in campeggio o in vacanza con tutta la famiglia è preferibile sceglierne uno più capiente.

Modalità di riscaldamento dell'acqua

Per chi desidera fare una doccia calda è necessario scegliere il modello giusto. Come abbiamo detto in precedenza, i modelli di docce da campeggio che permettono di riscaldare l'acqua sono quelli elettrici con batterie ricaricabili, mentre quelli ad energia solare con sacca sfruttano l'azione dei raggi solari per riscaldare l'acqua che deve essere inserita all'inizio della giornata. Anche in questo caso tutto dipende dalle esigenze personali: chi non ha problemi a fare una doccia fredda può tranquillamente scegliere un modello dalle dimensioni compatte o uno a pompa, mentre chi ha esigenza si utilizzare acqua calda è preferibile che scelga un modello solare o elettrico.

Materiali

I serbatoi o i sacchi di una doccia portatile possono essere realizzati in plastica o in tessuto. La plastica dura viene utilizzata per i modelli più semplici e hanno il vantaggio di permettere di vedere quanta acqua rimane nel serbatoio. Quelli in tessuto sono generalmente in nylon e all'interno hanno un rivestimento in silicone. Il loro vantaggio consiste nel fatto che possono essere piegati e, di conseguenza, occupano poco spazio quando sono vuoti. A differenza della plastica non permettono di controllare il livello residuo dell'acqua.

Soffione

Il soffione è una componente la cui conformazione determina quanto durerà la doccia, perché più l'acqua scenderà velocemente, più il serbatoio si svuoterà in poco tempo. Per questo motivo i modelli più pratici sono dotati del cosiddetto "rubinetto", una valvola che consente di regolare il flusso d'acqua. Un vantaggio che consente di lavarsi secondo le proprie necessità ed esigenze evitando sprechi.

Presenza del tasto ON/OFF

Alcuni modelli elettrici sono dotati di un pratico tasto ON/OFF che permette non solo di aprire o chiudere l'acqua in modo veloce, evitando inutili sprechi, ma anche di regolare la pressione del getto. Questo tasto può essere posizionato o sul serbatoio o vicino al doccino: i modelli più comodi sono indubbiamente quelli che presentano questi comandi nei pressi del doccino, perché permettono di averli a portata di mano.

Vicinanza ad una fonte d'acqua

Chi ha deciso di partire per una vacanza in campeggio o per un'escursione avventurosa, prima di acquistare una doccia portatile dovrebbe valutare anche quanto sono vicine fonti d'acqua utili per poter prelevare l'acqua necessaria per fare la doccia quotidianamente. Se fonti naturali, come un ruscello, o reti idriche, sono vicine è opportuno scegliere un modello senza serbatoio. Se, invece, si prevede di sostare in luoghi remoti, dove potrebbe rivelarsi difficile reperire acqua, è consigliabile optare per un modello con serbatoio, da riempire per averla sempre a disposizione. Specifichiamo che i modelli senza serbatoio sono quelli che possono essere utilizzati anche in casa, per lavare gli animali domestici, l'automobile o annaffiare le piante.

Quando utilizzare una doccia portatile

L'utilizzo di una doccia portatile da esterno si rivela particolarmente utile per chi pratica trekking, ama affrontare viaggi avventurosi in luoghi remoti, dove mancano aree attrezzate, o le vacanze in campeggio. Anche se i campeggi sono generalmente delle strutture dotate di luoghi appositi per curare l'igiene personale, avere a disposizione una doccia portatile vuol dire non solo lavarsi ogni volta che occorre senza problemi, ma anche avere a disposizione uno strumento che consenta di pulire le stoviglie. Ma questi non sono gli unici due casi in cui una doccia portatile da esterno può rivelarsi utile. Basti pensare a chi pratica ciclismo e si trova ad affrontare lunghe traversate o ai conducenti di camion, quando sostano in aree non attrezzate. Se, invece, parliamo degli utilizzi domestici, uno strumento di questo tipo si rivela ideale per la pulizia degli animali domestici, delle automobili o per innaffiare le piante in giardino. Ricordiamo, infine, che le docce portatili sono utili anche per curare l'igiene delle persone con problemi motori, disabili e portatori di handicap.

Come utilizzare una doccia portatile da campeggio

Per utilizzare correttamente una doccia portatile da campeggio occorre seguire pochi suggerimenti che cambiano a seconda della tipologia che viene utilizzata.

  • Nel caso in cui si utilizzi una doccia solare con sacco bisogna appendere il recipiente su un supporto robusto, come il ramo di un albero o un gancio, e posizionarlo in alto, in modo tale da esporlo bene ai raggi del sole.
  • Utilizzare una doccia portatile con serbatoio se si affronteranno delle vacanze avventurose, mentre optare per una senza serbatoio se si ha la certezza di trovarsi facilmente nei pressi di una fonte d'acqua o di una rete idrica.
  • Se si acquista un modello a pompa, ricordarsi di rimuoverla dall'acqua quando la doccia è terminata.
  • Se si parte per una vacanza in campeggio con tutta la famiglia assicurarsi di non rimanere mai senza acqua di scorta e di acquistare un modello con una capienza tale da permettere a tutti di fare una doccia a fine giornata.
  • Per chi viaggia da solo, o al massimo in coppia, e vuole vivere una vacanza zaino in spalla il suggerimento è quello di utilizzare un modello senza serbatoio o uno solare, dal momento che la sacca può essere piegata, occupando poco spazio quando non utilizzata.
  • Evitare gli sprechi idrici utilizzando il tasto ON/OFF.
  • Non lasciare mai il rubinetto aperto: le perdite accidentali potrebbero sprecare risorse d'acqua preziose.
  • Per i modelli elettrici attendere che la carica sia sempre completa.