21 Dicembre 2020
14:03

Come sarà trasformata l’ex area Expo di Milano nel parco più grande d’Europa

Nel sito dove nel 2015 si è svolto l’Expo di Milano sta nascendo MIND, acronimo per Milano Innovation District. L’ufficio internazionale di design e innovazione Carlo Ratti Associati (CRA), con il gruppo immobiliare australiano Lendlease, ha definito il masterplan di progetto che prevede la creazione di un parco a tema per la scienza e l’innovazione, con il primo quartiere al mondo progettato per le auto a guida autonoma.
A cura di Clara Salzano

Un nuovo distretto dell'innovazione sta per nascere nell'ex area Expo 2015 a Milano. L'ufficio internazionale di design e innovazione Carlo Ratti Associati (CRA), con il gruppo immobiliare australiano Lendlease, ha vinto il concorso internazionale per il masterplan del progetto. L'area da 1 milione di metri quadrati rein venta il sito dove nel 2015 si è svolto l'Expo di Milano. Il masterplan prevede la realizzazione di un parco a tema per la scienza, la conoscenza e la tecnologia, con un parco lineare lungo un miglio e il primo quartiere al mondo progettato per le auto a guida autonoma.

Il Masterplan

Nel nuovo distretto dell'innovazione di Milano ci saranno strutture per il co-working, co-living e co-making, oltre a uffici e centri di ricerca, facoltà universitarie, residenze e spazi culturali, aree per l'agricoltura urbana. Con MIND si sta configurando un modello di città del futuro con il primo quartiere al mondo per le auto a guida autonoma: “Da quando sono emerse diecimila anni fa, le città sono state il più potente motore di innovazione della civiltà. L'innovazione è anche al centro del nostro masterplan, grazie al quale l'ex sede dell'Esposizione Universale di Milano diventerà un luogo in cui sperimentare nuovi modi di lavorare, fare ricerca, abitare gli spazi, spostarsi e godersi la vita in generale: una città giardino plasmato dalle esigenze in evoluzione dei suoi abitanti. Come CRA, siamo entusiasti di essere coinvolti nella creazione di questo living lab sulla Milano di domani ", ha dichiarato Carlo Ratti, socio fondatore di CRA, Direttore del MIT Senseable City Lab. Il masterplan di CRA è stato svelato nel 2017 e da allora sono stati affidati gli incarichi per i diversi comparti del progetto tra cui la realizzazione del nuovo campus scientifico dell’Università degli Studi di Milano ad opera dello stesso Carlo Ratti Associati.

Il progetto di sviluppo

Il progetto prevede la creazione di aree residenziali, ampi spazi pubblici e un common ground, spazio comune per attività culturali e ricreative, oltre a un parco lineare di un chilometro e mezzo che ricoprirà di verde l’asfalto del Decumano. Sarà "un luogo in grado di rispondere ai bisogni in evoluzione degli esseri umani; dove vivere e lavorare bene, grazie alle innovazioni sociali, ambientali, economiche, scientifiche e tecnologiche; dove imparare, ma anche ispirare modelli di collaborazione utili alla creazione di un mondo più inclusivo e sostenibile. La città del futuro vuole condividere i principi, valori e obiettivi dell’Agenda 2030, approvata da tutti i paesi delle Nazioni Unite nel 2015 per rendere sostenibile un modello di sviluppo che non lo è più.". Il progetto di trasformazione dell’area nella Città del Futuro è gestito da Arexpo, società a prevalente partecipazione pubblica proprietaria dell’area, e sarà sviluppato nei prossimi decenni dalla società internazionale Lendlease.

A MIND si stanno già insediando realtà eccellenti nel campo della ricerca, dell’istruzione e della sanità come Human Technopole, istituto di ricerca interdisciplinare sulle Scienze della Vita, il nuovo Ospedale IRCCS Galeazzi e vengono già organizzati numerosi incontri culturali, divulgativi e formativi oltre a un ricco palinsesto di eventi sportivi e musicali. Nel sito infatti è rimasta operativa dal 2015 Fondazione Triulza che, con la sua rete di realtà del Terzo Settore, promuove progetti e attività per incoraggiare la sostenibilità sociale e ambientale e il coinvolgimento dei territori e della società civile nel progetto MIND. L'obiettivo è quello di creare un distretto internazionale dell’innovazione, accessibile sette giorni su sette e vissuto dall’intera comunità.

La mini casa per dormire sotto le stelle nell’area protetta più grande del Piemonte
La mini casa per dormire sotto le stelle nell’area protetta più grande del Piemonte
Ecco come trascorrere un'estate sotto le stelle nell’area protetta più grande del Piemonte
Ecco come trascorrere un'estate sotto le stelle nell’area protetta più grande del Piemonte
782 di CS Design
Il più grande condominio d'Europa stampato in 3D
Il più grande condominio d'Europa stampato in 3D
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni