Situata a Videmanette, nelle Alpi Svizzere di Gstaad, la casa a specchi dell'artista Doug Aitken è una cartina di tornasole del passaggio delle stagioni e del tempo che scorre. Progettato nello stile della casa ranch californiana, Mirage Gstaad è infatti completamente rivestita di specchi e riflette il paesaggio che la circonda. La casa è un a struttura ad un unico piano che si mimetizza completamente nel contesto. L'installazione sarà visibile fino a gennaio 2021.

Mirage Gstaad è un'installazione site specific dell'artista americano Doug Aitken. L'opera, rivestita completamente di specchi, riflette il paesaggio circostante e scompare in esso. Mirage era stata installata per la prima volta nel 2017 nel deserto della California meridionale; la casa a specchi adesso è posizionata a Gstaad, nelle Alpi Svizzere, fino al 21 gennaio 2021. E per chi non ha la possibilità di recarvisi, è stata impostata una webcam di 24 ore a scopo di visualizzazione. La casa è costruita secondo il California Ranch Style, ispirato alle idee dell'architetto Frank Lloyd Wright, per il quale l'architettura doveva essere sia nel paesaggio che il paesaggio. Lo Stile nacque negli anni Venti a Trenta da un piccolo gruppo di architetto che fuse le idee di Wright con le tipiche case ad un piano degli allevatori dando vita ad uno stile unico in Occidente.

Le superfici riflettenti, sia all'esterno che all'interno, crea un caleidoscopio a grandezza naturale che assorbe e riflette il paesaggio. "MIRAGE viene riconfigurato come un'idea architettonica: la casa suburbana apparentemente generica ora priva di una narrazione, i suoi abitanti, i loro beni. Questa struttura minimale ora funziona interamente in risposta al paesaggio circostante. Le porte, le finestre e le aperture sono state rimosse per creare una relazione fluida con l'ambiente circostante.", spiega l'artista americano Doug Aitken, "Mentre MIRAGE attira il paesaggio e lo riflette, la sua forma architettonica familiare diventa un dispositivo di inquadramento, una camera di eco visiva che riflette all'infinito sia il sogno della natura come un puro stato disabitato sia la ricerca della sua conquista". La casa a specchio ha l'obiettivo di riflettere la mutevolezza del mondo esterno, del tempo che trascorre: "di notte le luci lontane si rifrangono per creare un universo di stelle; in un pomeriggio tranquillo il cielo si trasforma in sponde di blu frammentate da fettine di nuvole. Non esiste una prospettiva fissa o un'interpretazione corretta. Ogni esperienza di questa opera d'arte vivente sarà unica".