Monte Uzulu deriva dalla parola gusulú, che significa "l'inizio" nella lingua degli Zapotec indigeni della regione. Si tratta del nuovo boutique hotel progettato dagli studi di design messicani Taller Lu'um e At-te a San Agustinillo, un piccolo villaggio di pescatori e una spiaggia nello stato di Oaxaca. L'htel è immerso tra la giungla più selvaggia e il mare più cristallino del Messico. È stato realizzato facendo uso dell'artigianato locale con pareti di terra, porte in legno locale e tetto di paglia.

Situato su una collina sabbiosa che affaccia sull'Oceano Pacifico, Monte Uzulu è pensato per per essere strettamente connesso alla natura. L'hotel è immerso nella giungla di Oaxaca, a pochi passi dal mare, ed è progettato per avere il meno impatto possibile sulla natura. La giungla di Oaxaca ha più di mille anni, per questo durante la costruzione tutti gli alberi sono stati rispettati. Per mantenere l'hotel in "equilibrio con la natura".sono stati utilizzati materiali locali e naturali, ove possibile, come legno, terra e foglie di palma essiccate; anche i muri di cemento sono ricoperti di terra e pigmenti naturali creati e applicati a mano.

Montel Uzulu si ispira alle palapa, costruzioni a facciata aperta originarie del Messico occidentale, caratterizzate da pareti mobili in legno e un tetto di paglia. L'hotel comprende sei volumi collegati direttamente alla giungla di Oaxacan. Gli ospiti hanno a disposizione 11 suite e una master suite, ognuna con una terrazza che si affaccia sulla foresta e sull'oceano. Tutti gli arredi interni sono realizzati con legno e artigianato locali. "Le risorse naturali di San Agustinillo ci hanno permesso di progettare spazi in armonia con la natura, tutto il legno è locale, le finiture delle pareti sono fatte di terra e calce.", spiegano i proprietari di Monte Uzulu, "Inoltre rispettiamo la regolazione dell'altezza e dei metri quadrati massimi di aree verdi prive di costruzione, abbiamo sviluppato un sistema di riutilizzo al 100% dell'acqua che consumiamo, abbiamo anche la raccolta di acqua piovana per sfruttare i benefici della pioggia e dei saponi biodegradabili che sono amico della pelle e della terra. Crediamo che in questo modo ci inseriamo nel ciclo dell'acqua e lo facciamo scorrere senza interferire".