Chiunque abbia affrontato almeno una volta un trasloco nella vita o abbia acquistato vasi, bicchieri, piatti e altri oggetti delicati, conoscerà sicuramente il pluriball, o millebolle in italiano, quella plastica da imballaggio con le bolle da far scoppiare. In molti si saranno cimentati nello scoppiettio di tutte le bolle dei fogli di millebolle, perché quando si inizia a farne scoppiare una è davvero difficile smettere. In quelle giornate trascorse ad imballare mobili, oggetti e tutto il necessario per un trasloco l'unica distrazione divertente è stata per molti sicuramente quella di far scoppiare le bolle dei fogli di pluriball. Un divertimento e una sfida che ha fatto seguaci in ogni angolo della Terra tanto: sui social sono così tanti i fan dei famosi fogli di plastica con i pallini sottovuoto, inventati nel 1957, da aver creato un gruppo su Facebook chiamato "Popping Bubble Wrap". E aveva generato proteste, manifestazioni di opposizione e disappunto la notizia della fine della produzione del Pluriball, sostituito da un imballaggio più economico e meno ingombrante. Ma da oggi non c'è da disperarsi per la fine delle bolle, perché, anche se pluriball non scoppia più, dal Giappone arriva Mugen Puchi Puchi (Puchi Puchi è la parola onomatopeica per indicare il suono dello scoppio della bolla di pluriball), il primo simulatore di bolle da far scoppiare all'infinito.

Pop, Pac, Stack, tutti amano il pluriball: non conta l'età o la professione, se ci si trova davanti ad un foglio di millebolle le si fa scoppiare. E nonostante Sealed Air, produttrice della plastica di bolle da imballaggio, ha minacciato di sostituirla con un imballo senza bolle, gli amanti del pop delle bolle da far scoppiare possono tirare un respiro di sollievo grazie a Mugen Puchi Puchi, un giocattolo in grado di simulare il pluriball. Mugen Puchi Puchi è infatti il primo simulatore al mondo che imita sia la sensazione della bolla da scoppiare sotto al dito sia il rumore dello scoppio. Il divertente gadget viene prodotto dall'azienda giapponese che produce pluriball in oriente, la Kawakami Sangyo, che ha inventato il geniale simulatore proprio come antistress. Perché, ammettiamolo, far scoppiare le bolle è sì divertente ma anche distensivo. Il giocattolo inventato dalla Kawakami Sangyo conta appena otto bolle e misura 4 cm x 4,5 cm ma promette di combattere lo stress; e se siete capaci di raggiungere più di 100 bolle scoppiate, il Mugen Puchi Puchi produrrà un suono, sempre diverso (un campanello, una molla, un urlo, un cane che abbaia) per premiarvi.