I taxi in India non sono solo il mezzo di trasporto più conveniente, soprattutto a Mumbai, ma sono diventati ormai anche un simbolo iconico del Paese. Spesso la maggior attenzione in un taxi viene catalizzata dal conducente, che in India cerca di essere una guida colorita della città, tralasciando quasi sempre la cura dell'auto e soprattutto degli interni del taxi. Se però i taxi a Mumbai, e in India, hanno molta visibilità, lo stesso trattamento non è riservato al design, considerato un campo non redditizio e inutile, specialmente dalle vecchie generazione. Così un gruppo di giovani designer ha ideato un modo per unire l'utile al dilettevole facendo dei taxi un veicolo di diffusione del design: ma come? Rivestendo gli interni delle iconiche auto pubbliche di Mumbai con tessuti e disegni tipici della cultura indiana. Nasce il progetto Taxi Fabric che vede alcuni giovani designer adottare ciascuno un proprio taxi da trasformare in vere opere d'arte, affreschi della realtà indiana.

La rivoluzione può iniziare anche a bordo di un taxi, o meglio di trenta taxi: sono le auto pubbliche inserite nel progetto Taxi Fabric con il quale trenta famosi designer indiani hanno trasformato i taxi di Mumbai in opere d'arte viaggianti. Sembrerà come trovarsi all'interno di un film di Bollywood, anche se per pochi minuti. Colori sgargianti, icone e simboli tipici dell'India affrescano gli interni di trenta taxi di Mumbai per far conoscere ai turisti, e non solo, la cultura indiana attraverso un progetto che unisce design ed arte in un unico luogo, l'interno di un un taxi. Ogni disegno e tessuto ha la possibilità di essere visto da circa 4.000 persone in 4-5 mesi, che è il flusso di gente media di un taxi Mumbai. Il progetto si è posto come obiettivo quello di raggiungere 120.000 persone a Mumbai che avranno visto il lavoro dei designer entro Natale. Sul sito del progetto è poi possibile conoscere i diversi artisti e le storie dietro ogni disegno per comprendere meglio la cultura indiana. "Il design può essere spesso dato per scontato in India. Le vecchie generazioni non capiscono né riconoscono il design come una vera e propria professione o qualcosa per la quale vale la pena studiare; il disegno per loro, svolge solo una funzione. Non si rendono conto che può invece avere un impatto. E con così pochi spazi per i progettisti dove mostrare le loro abilità, è difficile cambiare questa percezione", spiegano gli organizzatori di Taxi Fabric, "Noi vogliamo cambiare che con questo progetto".