Nichetto=Nendo_02_photo_by_Alexander Lagergren

Nendo e Luca Nichetto per quest'anno presenteranno insieme NICHETTO=NENDO, una mostra di 7 progetti co-progettati, co-prodotti e «concepiti con una grande amicizia», come ci tengono a precisare. Di sicuro i giapponesi Nendo e il veneziano Nichetto sono tra i più affermati protagonisti del design contemporaneo. Li vedremo quindi dal 9 al 14 aprile 2013, al  Foro Buonaparte 48, naturalmente a Milano.

Ma come si sono incontrati due nomi di spicco del panorama internazionale del design ed hanno deciso di collaborare? Ecco come è andata! Tutto è iniziato a dicembre quando Luca Nichetto e Oki Sato si sono incontrati in una famosa caffetteria di Stoccolma, Vetekatten. In questa occasione hanno parlato di design e della collaborazione tra i designer del passato, come Ettore Sottsass con Shiro Kuramata. Scherzando, si sono detti che era arrivato il loro momento di collaborare, realizzando dei prodotti che evidenziassero il muto rispetto e le affinità progettuali che i due designers hanno, piuttosto che mostrare dei lavori che avevano già realizzato separatamente. Durante le vacanze natalizie, Oki ha trovato un processo creativo della cultura Giapponese, tipico per la creazione di poesie brevi "tanka", che vede una persona comporre le prime tre frasi (kami no ku) e successivamente le spedisce a una seconda persona che completa la poesia con altre due frasi (shimo no ku). Da qui è iniziata la collaborazione tra i due designer, che ha visto Oki inviare idee che Luca ha concluso e vice versa. Tutto questo è avvenuto in pochi giorni dove entrambi i designer hanno accettato completamente il lavoro del altro, ed il risultato è stato quello di sette prodotti co-disegnati e co-interpretati e la nascita di una grande amicizia.

Luca Nichetto nasce a Venezia nel 1976, dove studia all’Istituto d’Arte e dove, successivamente, consegue la Laurea in Disegno Industriale presso lo IUAV, Istituto Universitario di Architettura di Venezia. Nel 1999 comincia l’attività professionale disegnando i suoi primi prodotti in vetro di Murano per Salviati. Nello stesso anno prende il via il sodalizio con Foscarini per la quale, oltre a firmare alcuni progetti, assume il ruolo di consulente per la ricerca di nuovi materiali e sviluppo prodotto (2001- 2003). Nel 2006 fonda a Porto Marghera, vicino a Venezia, lo studio Nichetto&Partners, che si occupa di Industrial Design e Design Consultant e nel 2011 decide di avviare una nuova attività professionale a Stoccolma, in Svezia. Luca Nichetto nel corso della sua carriera ha ricevuto importanti riconoscimenti a livello internazionale, il Gran Design Award 2008, il Good Design Award del Chicago Atheneum Museum of Architecture 2008, l’IF Product Design Award 2008 e l’Elle Decoration International Design Awards 2009 (EDIDA) come Designer dell’Anno nella categoria Young Designer Talent, l’Interior Innovation Award 2013 ed è stato nominato da parte di Elle Dcor Italia come “Designer of the Year 2013”. IMM Cologne lo ha scelto come “Guest of Honour” nel realizzare la sua visione di casa nel progetto “Das Haus – Interiors on Stage 2013”. Ha tenuto numerosi lecture e workshop in diverse università sia in Italia che all’estero ed è stato docente presso lo Iuav di Venezia, Facoltà di Design e Arti. Oltre ad aver partecipato a mostre in Europa, Stati Uniti e Giappone, Luca Nichetto è stato protagonista d’importanti retrospettive che hanno toccato alcune delle maggiori città europee tra cui Venezia, Londra, Parigi e Stoccolma ed ha firmato, in qualità di art director, molteplici eventi di respiro internazionale. E’ stato inoltre invitato a prendere parte a prestigiose giurie in occasione di concorsi sia in Italia che all’estero. Attualmente Luca Nichetto collabora con numerose aziende sia a livello nazionale che internazionale, tra le quali, Bosa, Casamania, Cassina, David Design, De Padova, Discipline, Established & Sons, Fornasarig, Foscarini, Fratelli Guzzini, Gallotti & Radice, Glass, Globo, Italesse, La Chance, King’s, Kristalia, Mabeo, MG Lab, Moroso, Offecct, Ogeborg, One Nordic Furniture Company, Petite Friture, Salviati, Skitsch, Skultuna, Tacchini and Venini.

Oki Sato, è nato a Toronto, in Canada. Laureato nel 2000 alla facoltà di architettura di Tokyo, poco dopo apre lo studio di design Nendo. Dai progetti di architettura all'arredo, si tratta di uno studio versatile ed eclettico che, nei suoi progetti, fonde la funzionalità con la creatività. Tra i suoi progetti, celebre la seduta Cabbage Chair, realizzata esclusivamente con materiale di recupero. Nel 2005, crea uno studio anche a Milano, da qui le numerose partecipazioni ad eventi come il Salone del Mobile di Milano. I premi che ha ricevuto durante la sua carriera sono davvero molti (dalle menzioni speciali durante le varie edizioni del Salone del Mobile fino al Good Design Award), così come le collaborazioni con i marchi più famosi: Cappellini, De Padova, Oluce, Council, Guzzini.