A New York dopo il fumo dai tombini e il mare di taxi gialli, quello che i turisti fotografano di più sono le scale antincendio sulle facciate dei palazzi. Chi di voi infatti non ricorda la celebre scena di una malinconica Audrey Hepburn che suona ‘Moon river' in Colazione da Tiffany, oppure Tony a Maria in West Side Story, o ancora le tante scene di telefim come Friends o Sex and City, tutte hanno avuto come scenografia privilegiata le scale antincendio degli edifici di Manhattan. Beh, potete dire addio a queste immagini che presto potrebbero diventare solo dei ricordi.

Dimenticate dunque uno dei simboli di New York: di recente, infatti, uno degli architetti più famosi di New York, Giuseppe Pell Lombardi (evidentemente di origini italiane), ha presentato un piano di ristrutturazione di alcuni edifici caratteristici di Soho proprio eliminando le famose scale antincendio. Secondo l'architetto italo-americano, tali scale rovinerebbero l'estetica della facciata e risulterebbero anche poco sicure, e andrebbero sostituite con sistemi interni ai palazzi, anche più affidabili. Ma i newyorkesi si sono dimostrati molto affezionati a tali elementi distintivi del paesaggio della Grande Mela, sopratutto i residenti dei due edifici monumentale tra la 69 e la 71-73 Greene Street di Soho interessati dall'intervento, e hanno già iniziato a dar vita a diverse opposizioni. In fondo per il newyorkese la scala antincendio è un po' come per noi il balcone, una valvola di sfogo, un luogo dove fumare una sigaretta, fare una chiacchiera col vicino o, se si riesce, anche prendere un po' di sole. A sua discolpa, l'architetto Joseph Pell Lombardi avrebbe mostrato delle foto storiche di tali palazzi, precedenti al ‘900 quando per legge furono installate le scale antincendio, dimostrando che tali edifici risulterebbero più belli senza questo tratto aggiuntivo. Infatti nell'Ottocento Soho era il quartiere dello shopping con negozi al piano terra degli edifici e show room ai piani superiori. Agli inizi del ‘900, quando le vie dello shopping furono spostate altrove, Soho divenne un distretto manifatturiero e i palazzi riconvertiti a fabbriche che, ospitando decine di dipendenti, erano soggette ad un effettivo rischio di incendi da cui appunto l'esigenza di introdurre all'esterno dei palazzi delle scale di emergenza. ma oggi, dove gli edifici di Soho ospitano soprattutto loft, le scale antincendio risultano inutile. Ma si sa, al cuor non si comanda.