Per chi sceglie di visitare le foreste Finnskogen della Norvegia orientale c'è ad attenderli una vista mozzafiato dalle Pan TreeTop Cabins progettate da Espen Surnevik. Le magnifiche case sull'albero sono ispirate alle storie e ai Mumin della scrittrice e illustratrice Tove Jansson e consistono in due torri di forma triangolare che si possono affittare per un soggiorno unico a stretto contatto con la natura a due ore da Oslo, sul confine con la Svezia.

Le Pan TreeTop Cabins sono case sull'albero simili a torri, che poggiano su telai di acciaio alti sei metri e si innalzano tra gli alberi. Di proprietà della coppia di imprenditori Kristian Rostad e Christine Mowinckel, le case a noleggio si trovano nella foresta di Finnskogen vicino al confine svedese, ad un paio d'ore da Oslo. La foresta Finnskogen prende il nome dai cosiddetti "finlandesi forestali", che in passato si trasferivano in quest'area per bonificare terreni forestali e fattorie. Questa zona è anche famosa perché a lungo è stato abitato da immigrati finlandesi. "Quando i clienti mi hanno chiesto di sviluppare il progetto PAN nella loro foresta, ho dovuto impiegare molto tempo per riflettere sul compito, sul tema e sulla commissione. C'era una grande volontà di provare a sviluppare qualcosa di unico per la foresta che potesse riguardare il bellissimo paesaggio e i suoi colori, dalle rocce alle piccole piante e ai grandi alberi ", spiega Espen Surnevik, architetto delle Pan TreeTop Cabins e professore alla Scuola di architettura e design di Oslo.

Si accede alla casa sull'albero attraverso una scala a chiocciola e un ponte costruito tra gli alberi. Ogni rifugio è caratterizzato da una forma ad A, con pali obliqui simili a palafitte come fondamenta e la casa a forma triangolare. Le superfici esterne in metallo sono controbilanciate da interni in legno di pino e arredi di calda lana. Le Pan Treetop misurano 40 metri quadrati ognuna e comprendono una camera da letto, un salotto, cucina, bagno e persino un caminetto. Grazie alle grandi vetrate a tutta altezza la foresta sembra penetrare all'interno della casa. Ogni rifugio può ospitare fino a sei persone, grazie a letti a scomparsa che possono essere aperti all'occasione. Il progetto si ispira alle storie dei Mumin di Tove Jansson perché la scrittrice crea con i suoi libri un'intera mitologia attorno al rapporto nordico con la natura. L'architettura delle Pan Treetop funge anche da torri di avvistamento per gli incendi boschivi.