13 Giugno 2020
16:05

Parigi 2024, MVRDV progetta il centro acquatico per i Giochi olimpici

MVRDV per il centro acquatico per i Giochi olimpici di Parigi del 2024 dice addio a strutture iconiche e sovradimensionate per creare un parco verticale, un nuovo “polmone verde” per la città, con spazi per lo sport attorno alle piscine olimpioniche per il nuoto e le immersioni, per un massimo di 6000 spettatori.
A cura di Clara Salzano

Addio a strutture iconiche e sovradimensionate per i Giochi Olimipici di Parigi 2024, la proposta di MVRDV per il centro acquatico è una struttura che risponde alle esigenze della zona collegando la ZAC Plaine Saulnier allo Stade de France. Il progetto prevede la creazione di un parco verticale e un "polmone verde" con un ampio viale e un ponte pedonale che collega la ZAC Plaine Saulnier allo Stade de France. Il Centro acquatico è un semplice rettangolo, con spazi per lo sport attorno alle piscine olimpioniche per il nuoto e le immersioni, con posti a sedere per un massimo di 6000 spettatori.

Il progetto sorge nel sobborgo parigino di Saint-Denis, separato dallo Stade de France da un'autostrada. L'area oggi risulta bisognosa di migliori collegamenti pedonali, spazi verdi e servizi per il quartiere, in particolare per i residenti della zona di sviluppo concertata (ZAC) di Plaine Saulnier, situata a ovest del sito. Così il progetto di MVRDV per il centro acquatico ai Giochi olimpici di Parigi del 2024 comprende una serie di servizi per la zona oltre alle strutture olimpiche iconiche: “La forma del Centro acquatico è essenzialmente un semplice rettangolo, con spazi per lo sport – tra cui una zona di arrampicata al coperto, zone di fitness e meditazione, un splash pad per bambini, spazi di coworking e un ristorante – disposti intorno allo spazio centrale che ospita piscine olimpioniche per il nuoto e le immersioni, con posti a sedere per un massimo di 6000 spettatori.”, spiegano gli architetti, “Continuando questo approccio modesto, le superfici esterne – facciata, tetto e pavimentazione – sono tutte rifinite in un calcestruzzo a basso tenore di carbonio di colore chiaro, con bordi leggermente curvati che danno l'impressione di un foglio continuo che è stato "drappeggiato" sulla nuova aggiunta , fondendo l'edificio con i suoi dintorni”.

Il centro acquatico per i Giochi olimpici di Parigi del 2024 vuole offrire un nuovo polmone verde di oltre un ettaro alla città che serve a migliorare la qualità dell'aria e ad abbassare le temperature. Gli edifici sono progettati in modo da avere grande luce all'interno grazie ad un tetto giardino, non praticabile, perfetto non solo per la biodiversità delle piante, ma anche per la biodiversità degli animali. All'interno, finestre ovali e lucernari permettono di ridurre il consumo di energia luminose e grazie alla collaborazione con Engie, l'80% dell'energia utilizzata dall'edificio proviene da fonti sostenibili. Tuttavia, il progetto MVRD inizizalmente selezionato, a Maggio 2020 è stato superato da un'altra proposta.

Ecco come sarà il nuovo progetto di MVRDV a Shenzhen
Ecco come sarà il nuovo progetto di MVRDV a Shenzhen
666 di CS Design
MVRDV trasforma le strade dell'Aia in canali d'acqua e parchi
MVRDV trasforma le strade dell'Aia in canali d'acqua e parchi
Canali d'acqua e ponti pedonali al posto di strade e piazze
Canali d'acqua e ponti pedonali al posto di strade e piazze
505 di CS Design
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni